Biblioteca d'autori italiani ... (Google eBook)

Front Cover
F.A. Brockhaus, 1877
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Common terms and phrases

Popular passages

Page 3 - ... intendo di raccontare cento novelle, o favole o parabole o istorie che dire le vogliamo, raccontate in diece giorni da una onesta brigata di sette donne e di tre giovani, nel pestilenzioso tempo della passata mortalitÓ fatta, e alcune canzonette dalle predette donne cantate a lor diletto.
Page 40 - Valente uomo, io ho da pi¨ persone inteso che tu se' savissimo, e nelle cose di Dio senti molto avanti; e per ci˛ io saprei volentieri da te, quale delle tre Leggi tu reputi la verace, o la giudaica, o la saracina, o la cristiana.
Page 179 - Egli sarebbe meglio a star con diavoli: elle non sanno delle sette volte le sei quello che elle si vogliono elleno stesse. Ś Ma poi, partito* il lor ragionare, cominci˛ Masetto a pensare che modo dovesse tenere a dovere potere esser con loro; e conoscendo che egli sapeva ben fare quegli servigi che...
Page 93 - ... come rozzo e poco cauto pi¨ volte in presenza di chi andava e di chi veniva trasse fuori questa sua borsa de
Page 40 - Saladino, il valore del qual fu tanto che non solamente di piccolo uomo il fÚ' di Babilonia soldano, ma ancora molte vittorie sopra li re saracini e cristiani gli fece avere, avendo in diverse guerre e in grandissime sue magnificenze speso tutto il suo tesoro, e per alcuno accidente sopravvenutogli bisognandogli una buona quantitÓ di...
Page 299 - Lorenzo teneva nascoso; e poi che molto vagheggiato l'avea, sopr'esso andatasene, cominciava a piagnere e per lungo spazio, tanto che tutto il bassilico bagnava, piangea.
Page 2 - Esse dentro a' dilicati petti, temendo e vergognando, tengono l'amorose fiamme nascose, le quali quanto pi¨ di forza abbian che le palesi coloro il sanno che l'hanno provato e provano; e oltre a ci˛, ristrette da' voleri, da' piaceri, da' comandamenti de' padri, delle madri, de
Page 8 - ... petti degli uomini e delle donne, che l'un fratello l'altro abbandonava, e il zio il nipote e la sorella il fratello, e spesse volte la donna il suo marito ; e (che maggior cosa Ŕ, e quasi non credibile) li padri e le madri i figliuoli quasi loro non fossero, di visitare e di servire schifavano. Per la qual cosa a coloro, de...
Page 266 - Salerno fu signore assai umano e di benigno ingegno (se egli nello amoroso sangue nella sua vecchiezza non s' avesse le mani bruttate) , il quale in tutto lo spazio della sua vita non ebbe pi¨ che una figliuola, e pi¨ felice sarebbe stato se quella avuta non avesse.
Page 27 - Io ho, vivendo, tante ingiurie fatte a Domenedio che, per farnegli io una ora in su la mia morte, nÚ pi¨ nÚ meno ne farÓ.

Bibliographic information