Lo stretto che unisce: Messina e la sponda calabra tra Medioevo ed età moderna

Front Cover
Falzea, 2009 - History - 146 pages
0 Reviews
Nell'auspicata prospettiva della conurbazione dell'area dello Stretto, sono ricostruiti i principali rapporti umani, politici e socio-economici tra le sue sponde dall'XI al XVIII secolo. In tale quadro, si evidenzia il posto di rilievo occupato da Messina, nel cui porto - uno dei maggiori del Mediterraneo - affluivano i prodotti calabresi destinati sia all'esportazione, come soprattutto la seta, sia al consumo interno, tra cui in particolare la neve. Dai mercanti messinesi Reggio e i centri del suo hinterland si rifornivano, a loro volta, di manufatti e altri generi di prima necessità dei quali erano sprovvisti. Gli scambi di merci e uomini erano pressoché continui e la loro intensità, collegata alle diverse congiunture socio-economiche e politico-militari, influiva sull'evoluzione complessiva di entrambe le sponde dello Stretto.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Abbreviazioni
9
Appendice
65
Capitolo III
87
Copyright

2 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information