Il golpe di via Fani

Front Cover
Sperling & Kupfer, 2007 - History - 316 pages
1 Review
A trent'anni dal sequestro e dall'omicidio di Aldo Moro, sono molti gli aspetti non ancora chiariti. A partire dall'enorme documentazione raccolta dalla Commissione stragi, Giuseppe De Lutiis fa luce su alcuni di questi: dall'ipotesi, sempre pił concreta, che il covo di via Montalcini non sia stato l'unica prigione dello statista, al ruolo di "copertura" svolto dalla scuola di lingue parigina Hyperion, ai contatti delle vecchie e nuove Brigate Rosse con ambienti dei servizi segreti occidentali e orientali. Un lavoro di ricerca che colloca il sequestro e l'assassinio dello statista nel quadro internazionale, nel quale le due grandi potenze vedevano con preoccupazione la possibile costituzione in Italia di una maggioranza politica con un forte ruolo del Partito comunista. Un'analisi che allarga il campo di indagine sul terrorismo rosso e approda a nuove valutazioni dei fatti degli Anni di piombo.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Un possibile controllo da ambienti legati
25
la svolta del 1974
67
La prigione di via Montalcini e la banda
99
Copyright

5 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information