Il proprio e l'estraneo nella traduzione letteraria di lingua inglese

Front Cover
Polimetrica, 2010 - Language Arts & Disciplines - 192 pages
0 Reviews
Questo libro si rivolge agli studenti della laurea specialistica desiderosi di tradurre ma anche di riflettere criticamente sul tradurre e nasce dalla vasta esperienza dell'autrice nel campo della traduzione letteraria di lingua inglese e dalla sua lunga attività di formatrice. La traduzione è, in quanto esperienza, riflessione. È un'interdisciplina a cui ci si può accostare da prospettive diverse, tutte utili per illuminarne di volta in volta una sfaccettatura: linguistica, semiotica, letterario-poetica, culturale, filosofica. Gli studi qui riuniti sollecitano, grazie a una ricca serie di esempi, una riflessione su cosa significa accogliere l'Altro in traduzione e dargli ospitalità, senza che la lingua e la cultura di chi traduce neghino l'elemento estraneo riducendolo al proprio.

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Bibliographic information