Storia della Toscana sino al principato con diversi saggi sulle scienze: lettere e arti (Google eBook)

Front Cover
Didot, 1813
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page iii - ... io nacqui per lui; dove io non mi vergogno parlare con loro, e domandare della ragione delle loro azioni: e quelli per loro umanità mi rispondono. e non sento per quattro ore di tempo alcuna noia, sdimentico ogni affanno, non temo la povertà, non mi sbigottisce la morte, tutto mi trasferisco in loro.
Page i - ... lire , che dice aveva avere da me quattro anni sono che mi vinse a cricca , in casa Antonio Guicciardini . Io cominciai a fare il diavolo , volevo accusare il vetturale , che vi era ito , per ladro , donde G.
Page 36 - Al sonno abbandonai questi occhi tristi? Ella gli disse il nome, e dove al basso Fu piantata mostroll!, e che in tre mesi Quivi era giunta accelerando il passo.
Page v - ... uno che alle spese di altri fussi pieno di esperienza. E della fede mia non si dovrebbe dubitare perché avendo sempre osservato la fede, io non debbo imparare ora a romperla ; e chi è stato fedele e buono...
Page 196 - ... che ella lasci far qualche cosa agli uomini , e allora starà bene a voi durare più^ fatica , vegliar più le cose , ea me partirmi di villa , e dire eccomi . Non posso pertanto , volendovi render pari grazie , dirvi in questa lettera altro che qual sia la vita mia ; e se voi giudicate che sia...
Page 196 - ... vegliar più le cose, ea me partirmi di villa e dire eccomi. Non posso pertanto, volendovi render pari grazie, dirvi in questa lettera altro che qual sia la vita mia, e se voi giudicate che sia a barattarla con la vostra, io sarò contento mutarla. Io mi sto in villa, e poiché seguirono quelli miei ultimi casi, non sono stato, ad accozarli tutti, venti dì a Firenze. Ho insino a qui uccellato a...
Page 195 - Tarde non furon mai grazie divine. Dico questo, perché mi pareva aver perduta no, ma smarrita la grazia vostra, sendo stato voi assai tempo senza scrivermi, ed ero dubbio donde potessi nascere la cagione. E di tutte quelle mi...
Page ii - Con questi io m'ingoglioffo per tutto dì giuocaudo a cricca, a tric trac, e dove nascono mille contese, e mille dispetti di parole ingiuriose, ed il più delle volte si combatte un quattrino, e siamo sentiti non dimanco gridare da San Casciano. Così rinvolto in questa viltà traggo il cervello di muffa, e sfogo la malignità di questa mia sorte, sendo contento mi calpesti per quella via, per vedere se la se ne vergognasse.
Page iii - Scrittojo; ed in sull'uscio mi spoglio quella veste contadina, piena di fango e di loto, e mi metto panni reali e curiali, e rivestito condecentemente entro nelle antiche corti degli antichi uomini, dove da loro ricevuto amorevolmente mi pasco di quel cibo, che...
Page iii - Principal i bus, dove io mi profondo quanto io posso nelle cogitazioni di questo subietto, disputando che cosa è principato, di quali spezie sono, come e...

Bibliographic information