Epistolario di L. A. Muratori, Volume 1 (Google eBook)

Front Cover
Tipi della Società tip. modenese, 1901 - Historians
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Common terms and phrases

Popular passages

Page xvii - Italia non c'è oramai città che non abbia un'accademia, anzi due, anzi tre e talvolta ancora più, secondo il numero grande o scarso degli studiosi. È assai glorioso cotesto nome d'accademia e con esso intendiamo un'adunanza di letterati, che in certi giorni dell'anno con uno o due ragionamenti sopra qualche materia e con vari sonetti ed altri versi recitati, esercitano il lor sapere, la loro vena. Ma sì fatte accademie sapreste voi dirmi a qual fine sieno instituite, qual profitto alle città,...
Page xxi - Considerazioni sopra un famoso libro francese intitolato : « La manière de bien penser dans les ouvrages d'esprit...
Page lix - Lettere di vari illustri italiani del secolo XVIII e XIX a* loro amici, e de...
Page xlviii - Pontanini in ammirevole vicenda; le notizie letterarie e fllologiche si danno la mano in quelle al Magliabechi e al Maffei, all'Orsi e al Crescimbeni, ai due Salvini e al Baruffaldi, al Varano, al Calogerà e allo Zeno; i dibattiti d'indole teologica e morale trovano la loro sede nelle lettere al card.
Page xix - ... difficile ed inutile ancora il formare un sol corpo di tante diverse accademie d'Italia, sì perché alcune di queste, se non ridicole, sono certamente debilissime e da non isperarne verun vantaggio al pubblico, e sì eziandio perché non è dicevole che tanti, o novizi, o poetastri, o cervelli fievoli, o sfaccendati, onde ogni accademia suole abbondare, entrino in ischiera e seggano a scranna con uomini veramente scienziati, veterani e famosi in lettere...
Page xlix - Kamazzini e al Vallisnieri, al Morgagni e al Newton; le notizie curiose di storia contemporanea nelle lettere al Chiappini, al Tori, ai Borromei, e va' dicendo. Uomini di toga e di spada, di chiesa e di lettere, di scienza e di corte formano così intorno alla mite figura del Proposto della Pomposa un consesso, del quale andrebbe superbo un grande della terra. Ma egli, umile in tanta gloria, passò lavorando, istruendo e beneficando, tra il rispetto dei sommi e l'invidia dei pusilli
Page lviii - Bibliografia storico-perugina o sia catalogo degli scrittori che hanno illustrato la storia della città, del contado, delle persone, dei monumenti, della letteratura ecc.
Page xviii - Questo è un voler usurpare la giurisdizione de' giovanetti scolari, ne' quali è lodevole impresa il gareggiar pubblicamente con poemi e il trattar solamente quegli studi che si convengono alla loro età. Ma che letterati maturi facciano per professione lo stesso mestiere e vadano accattando plausi con la sola poesia e con quattro versetti intonati da loro all'ascoltatrice brigata, ho gran paura che non lo possa digerire il satirico, e che non vogliano soffrirlo senza ridere gli uomini gravi.
Page lxvi - Intanto egli attendeva a scrivere la sua Perfetta Poesia Italiana, e concepiva il disegno di una lega letteraria italica, di cui pubblicò il progetto nel suo libro...
Page lix - Treperuno di Giammaria Barbieri modenese in risposta a tre sonetti di Annibal Caro contro il Castelvetro, il tutto per la prima volta dato alle stampe. Modena, Vincenzi e C., 1827.

Bibliographic information