La città degli angeli: il sogno utopico di fra Gioacchino da Fiore

Front Cover
Rubbettino Editore, 2004 - Religion - 225 pages
0 Reviews
Le profezie o meglio l'arte di redigere profezie è sempre esistita: dagli Etruschi alle Sibille dei Romani, dal sogno divinatorio dell'imperatore Costantino (312 d.c.) a Nostradamus, ai giorni nostri, in una società altamente tecnologica, in cui cresce l'ansia di conoscere il futuro. Gioacchino da Fiore, il monaco calabrese citato da Dante nel Paradiso della Divina Commedia enunciò una serie di profezie simboliche che attirarono l'attenzione di papi e sovrani. Il libro, che ha come focus l'azione di Gioacchino da Fiore al suo tempo e nei ruoli successivi, esamina anche l'influenza di Sant'Agostino sul monaco calabrese, e l'influenza di questi su Tommaso Campanella.
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Giuseppe Chiaravalloti p
7
Capitolo 2
29
Capitolo 4
59
Capitolo 5
73
Capitolo 6
89
i Catari e i Valdesi p
113
Capitolo 8
129
Capitolo 9
155
Capitolo 11
185
Le opere di Gioacchino
209
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information