Parnaso italiano ovvero Raccolta de'poeti classici italiani [ed. by A. Rubbi] 56 tom (Google eBook)

Front Cover
1791
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Common terms and phrases

Popular passages

Page 84 - Mio Re, tu sai, che la vendetta è un foco, Che sotto cener fredda arde, ed avvampa; Non ha l' ira di donna tempo, o loco, E s'alza allor, che men s'aspetta, in vampa; Di femmina tradisce il riso, e il gioco, E chi a l'orbo si fida, urta, ed inciampa; E poi colui, che il lupo ha per compare, Deve sotto il mantello il can portare. XV. Un manipolo o gruppo di Similitudini e Comparazioni popolari.
Page 76 - Giura solennemente a pie d' un fico Di sradicare il donnolotto seme ; Pensa come assalir deggia il nemico, Ma il passaggio del fiume assai gli preme ; Onde, per operar senza periglio, Gli uficiali maggior
Page 69 - Agli uomini nel fare i fatti suoi , Vo' dir quando parlavan gli animali Al pari , e forse meglio ancor di noi , E girar si vedean pe...
Page 189 - I/ apre,' ei bocconi ad un ad un fuor cava, Poi comincia a scagliarli : a ogni boccone Giva in fuga ogni rana, ea fondo andava : ' Stupisce, né capir sa la cagione, E a un tempo or le lusinga , ora le brava; E adoprando or le buone , or le cattive, Or s'arretra, or s'innoltra in su le rive.
Page 100 - Anzi di lui si piglia un po' di gioco , Fingendo non trovar agiato loco. Orsù , sta zitto zitto , e non parlare , Soggiunse , che la sposa verrà presto. Lo sbirro disse : non ti dubitare ; La sposa attendo , e con la sposa il resto. Replicò l...
Page 26 - Sono il vero esemplar di pazienza , Saggie in nudrire, e in allevare i figli ; Usan con il marito riverenza, E dolce autorità coi lor famigli ; Son la gioja de' giovani e de' vecchi ; D'ogni virtude insomma veri specchi.
Page 41 - Oh boria! oh vanità ladra, assassina, Che il mondo in precipizio ne fai gire! Si pensa a questo sol sera e mattina, Quasi, ch'altro non s'abbia a fare, oa dire.
Page 85 - E chi più in alto va s' infrange l' ossa ; Sai che il villan sul pie dassi la zappa , Mentre la quercia antica ei vuol percossa-, II nocchier che non ha bussola e mappa , Prova del mare a danno suo la possa; E chi gli spini ai vimini congiunge , L' incauta mano alta perfin si punge. Era meglio per te startene al monte A mugner capre , ed a trattar co...
Page 186 - Di voi più d' una, e ancor più d' una sudi. Notti tre vi do tempo, e giorni dupi, Perché a ben trarne i conti ognuna studi ; Poi verrò a ripigliarli ad uno ad uno, Ed a voi guai, se mai ne manca alcuno. XIII.
Page 80 - A franco pie preser la via del fiume ; 51 fermar' d'una rana entro l'albergo , Che gratis dar da cena ha per costume ; Poi, seguendo il cammin d' acqua a seconda , Giunsero a mezza notte a l

Bibliographic information