Slow food revolution: da Arcigola a Terra madre : una nuova cultura del cibo e della vita

Front Cover
Rizzoli, 2005 - Cooking - 302 pages
1 Review
Nel Basso Piemonte, tra le Langhe e il Roero, nasceva vent'anni fa un movimento destinato a diventare in tutto il mondo sinonimo di un'autentica nuova filosofia del cibo più consapevole dei valori della terra. La storia di Slow Food è legata a doppio filo a quella del suo carismatico leader, Carlo Petrini, che in questo libro ne ripercorre le tappe fondamentali, dalla militanza nei gruppi della sinistra radicale al sodalizio con Dario Fo e il Club Tenco, fino alla svolta enogastronomica dei primi anni Ottanta e alla nascita della Libera e Benemerita Associazione degli Amici del Barolo, cui aderiranno personaggi del calibro di Roberto Benigni, Francesco Guccini e Ornella Vanoni. Attraverso le testimonianze dirette dei protagonisti, Carlo Petrini e Gigi Padovani ci accompagnano in un viaggio alla scoperta di prelibatezze etniche ma anche italiane Doc, dalla bottarga di Orbetello al cappone di Morozzo, dal fagiolo Zolfino alla manna delle Madonie, e insieme illustrano i punti salienti della 'filosofia slow' - la rivendicazione del diritto al piacere conviviale opposto all'omologazione del fast food; il recupero del valore della lentezza in contrapposizione ai ritmi frenetici della società contemporanea; l'assunzione di un nuovo senso di responsabilità nei confronti della produzione e del consumo del cibo, più attento alla salvaguardia dell'ambiente e alla qualità dei prodotti.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Venti storie di Presìdi e Comunità del cibo
9
i982i986
13
i949i982
36
Copyright

9 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information