La Civiltą cattolica, Volume 4

Front Cover
La Civiltą Cattolica, 1880
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Common terms and phrases

Popular passages

Page 82 - Le prediche volgari di San Bernardino da Siena, dette nella Piazza del Campo l'anno...
Page 75 - Noi, pallide schiatte Che affanna il pensiero, Che assidua combatte La sete del vero, Noi frante nell'ansia D'eccelse riscosse Abbiamo le posse. Varchiamo con foco Deserti e procelle; Pesiamo per gioco I mari e le stelle; Pił ratta del folgore Gli spazi trasvola La nostra parola; Ma sotto gli allori...
Page 71 - ... prati, e molli d'auree ginestre si paravano i colli, e un'aura dolce movendo quei fiori e gli odori veniva gił dal mare; nel mar quattro candide vele andavano andavano cullandosi lente nel sole, che mare e terra e cielo sfolgorante circonfondeva. La giovine madre guardava beata nel sole.
Page 337 - Accademia Reale di scienze delP Istitnto di Bologna. Bologna. 4". (4) III, IV. Bologna Rend.: Rendiconti dell' Accademia Reale di scienze dell' Istitnto di Bologna Bologna. Bonc. Bull.: Bulletino di bibliografia e di storia delle scienze matematiche e fisiche pubblicato da B. Boncompagni. Roma.
Page 71 - Cristo tornante dimane a' suoi cicli; e su le cime e al piano, per l'aure pe' rami per l'acque, correa la melodia spiritale di primavera; ed i pčschi ed i mčli tutti eran fior bianchi e vermigli, e fior gialli e turchini tutta ridea l'erba al di sotto, ed il trifoglio rosso vestiva i declivii de...
Page 101 - Commissione coll'incarico di eseguire un'ampia e particolareggiata inchiesta morale, economica ed amministrativa, sulle opere pie del regno, e di studiare e proporre un piano di generale riordinamento, che risponda allo spirito dei tempi e alle mutate condizioni sociali.
Page 76 - Varchiamo con foco Deserti e procelle ; Pesiamo per gioco I mari e le stelle ; Pił ratta del folgore Gli spazi trasvola La nostra parola ; Ma sotto gli allori Che velan la fronte, D'edaci malori Traspaio!!
Page 76 - E quante volte / per noi le nubi ancora / colorirą l'aurora, / prima che sian disciolte / le nostre membra, e torni / la creta a' suoi soggiorni? / L'uom mostra dove nacque: / ma quali terre od acque / avranno la sua polve, / profonda notte involve. / O che a...
Page 226 - Slavorum natio plurimum nomini debet, quod non fidei christianae solum, sed etiam civilis humanitatis ex illo beneficium acceperit : nam Cyrillus et Methodius principes inveniendi fuerunt ipsas litteras, quibus est sermo ipsorum Slavorum signatus et expressus, eaque de causa eiusdem sermonis auctores non immerito habentur. Ex tam remotis disiunctisque provinciis rerum gestarum gloriam secundus rumor Romam nuntiaverat.
Page 93 - In omnem terram exivit sonus eorum, et in fines orbis terrae verba eorum.

Bibliographic information