I briganti e la corte pontificia, ossia, La cospirazione borbonico-clericale svelata: riflessioni storico-politiche ... (Google eBook)

Front Cover
L. Davitti, 1862 - Brigands and robbers
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page 480 - ... opportuna prudenza. Altra volta la mia parola suonò ardimentosa, essendo savio così lo osare a tempo, come lo attendere a tempo. Devoto all'Italia, non ho mai esitato a porre a cimento la vita e la corona; ma nessuno ha il diritto di cimentare la vita e le sorti d'una nazione.
Page 480 - ... nazione. Dopo molte segnalate vittorie, l'esercito italiano, crescente ogni giorno in fama, conseguiva nuovo titolo di gloria, espugnando una fortezza delle più formidabili. Mi consolo nel pensiero che .là si chiudeva per sempre la serie dolorosa dei nostri conflitti civili. L'armata navale ha dimostrato nelle acque di Ancona e di Gaeta che rivivono in Italia i marinari di Pisa, di Genova e di Venezia.
Page 21 - Le mutate condizioni d'Italia, ed il sentimento dell'unità nazionale, fatto gigante nei pochi mesi che seguirono la caduta di Palermo, tolsero al governo di VM quella forza onde si reggono gli stati, e rendettero impossibile la lega col Piemonte. Le popolazioni...
Page 22 - L'Europa ei vostri popoli vi terranno conto del sublime sacrifizio; e Voi potrete, o Sire, levare confidente la fronte a Dio, che premierà l'atto magnanimo della MV Ritemprato nella sventura il vostro cuore; esso si aprirà alle nobili aspirazioni della patria, e Voi benedirete il giorno in cui generosamente vi sacrificaste alla grandezza d'Italia.
Page 40 - Sire sahate, che ancora ne siete in tempo , salvate la Nostra Casa dalle maledizioni di tutta Italia ! Seguite il nobile esempio della nostra Regale Congiunta di Parma , che allo irrompere della guerra civile sciolse i sudditi dalla obbedienza , e li fece arbitri dei propri destini.
Page 21 - Sicilia, respinsero coi loro voti gli ambasciatori di Napoli; e noi fummo dolorosamente abbandonati alla sorte delle armi; soli, privati di alleanze, ed in preda al risentimento delle moltitudini, che da tutti i luoghi d'Italia si sollevano al grido di esterminio lanciato contro la nostra Casa, fatta segno all'universale riprovazione.
Page 22 - Ritemprato nella sventura il vostro jcuore, esso si aprirà alle nobili aspirazioni della patria, e Voi benedirete il giorno in cui generosamente vi sacrificaste alla grandezza d'Italia. Compio, o Sire, con queste parole, il sacro mandato, che la mia esperienza...
Page 480 - L'armata navale ha dimostrato nelle acque di Ancona e di Gaeta che rivivono in Italia i marinari di Pisa, di Genova e di Venezia Una valente gioventù, condotta da un Capitano che riempì del suo nome...
Page 473 - Generali, uffìziali e soldati, vi ringrazio tutti; a tutti stringo la mano con effusione di affetto e riconoscenza. Non vi dico addio, ma a rivederci. Conservatemi intatta la vostra lealtà, come vi conserverà eternamente la sua gratitudine e la sua affezione il vostro Re".
Page 153 - L'Europa civile non può non pensare, o Sire, che se una nazione ha diritto di scegliere la sua capitale, Roma non può essere contrastata all'Italia, salvo che la forza non si sovrapponga al diritto e alla giustizia. Roma pertanto vi attende, o Sire; essa solleva a voi le braccia, essa reclama sull'antico Campidoglio la vostra bandiera, la bandiera d'Italia...

Bibliographic information