Una donna turchese: Serra Yılmaz e tante altre donne in Turchia

Front Cover
Baldini Castoldi Dalai, 2009 - Biography & Autobiography - 306 pages
0 Reviews
Serra Yilmaz, attrice e intellettuale nota in tutto il mondo e, da anni, molto amata anche in Italia soprattutto grazie ai film di Ferzan Ozpetek, è la "donna turchese", perché così la definì una ragazza in Francia - Viene dalla Turchia? È turchese allora! - definizione che piacque a Serra perché se, da un lato, ama il suo Paese, dall'altro detesta ogni forma di connotazione nazionalistica. Turchese sono anche il suo colore preferito, la pietra dura dei suoi orecchini e delle sue innumerevoli sciarpe, i suoi grandi occhi e la sfumatura che ha spesso nei capelli. È la sua storia personale, corredata da un apparato fotografico, a guidarci in questo viaggio, una storia che si intreccia inevitabilmente a quella della Turchia - di cui da tempo si discute in vista del suo ingresso in Europa - e che diviene il filo conduttore di un percorso attraverso la condizione delle donne di questo Paese. Non figlie dell'Islam, o meglio, non solo figlie dell'Islam, non tutte figlie dell'Islam, ma semplicemente e, prima di tutto, "donne", al di là di ogni connotazione religiosa. E donne anche molto combattive. "Se non lotti non esisti", dice una di loro a proposito delle conquiste ottenute con la recente riforma del codice civile e penale.

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Bibliographic information