La pittura ferrarese, memorie (Google eBook)

Front Cover
1856
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Common terms and phrases

Popular passages

Page 160 - Cento, che dipinge con somma felicità d'invenzio» ne. È gran disegnatore e felicissimo coloritore : è mostro di na> tura, e miracolo da far stupire chi vede le sue opere. Non dico > nulla : ei fa rimaner stupidi...
Page 7 - Dio sono i demonj , e per conseguenza che deono anco esser capitalissimi avver» sarj de' dipintori ; perchè oltre che noi gli facciamo sempre bruttissimi, quello che è peggio , non attendiamo mai ad altro , che A far Santi e Sante per le mura e per le tavole , ed a far perciò con dispetto de...
Page 67 - Che spinse i corpi e dipoi l' opre loro) Sempre starà, fin che si legga e scriva, Mercé de gli scrittori, al mondo viva : E quei che furo a' nostri dì, o sono ora, Leonardo, Andrea Mantegna, Gian Bellino, Duo Dossi, e quel ch...
Page 148 - ... anche io facessi una cosa di paradiso. Ma più di tutto persuaderà VS Illustrissima la mia negativa , se gli dirò , che io ho cominciato a non abbracciare più tante cose quante mi vengono comandate , e comincio a non piacere nemmeno più a me stesso : sia l...
Page 67 - ... stanza of his great poem (Orlando Furioso, c. xxxiii., st. 2), in which he has commemorated all the leading painters of his own time, places the name of Andrea Mantegna between those of Lionardo da Vinci and Gian Bellini :—
Page 128 - ... egli aprisse gli occhi a Gismondo , e lo mettesse per la sua strada , Paragonato con Paolo , si conosce che lo stile del Veronese è come il fondo del suo ; ma che il suo è un diverso ; misto di...
Page 12 - Alcune ottennero altresì di essere confermate con l' autorità di uno de' primi artisti che abbia oggi l' Italia : il Prof. Tommaso Minardi mio concittadino. Nel suo discorso — delle qualità essenziali della pittura italiana dal suo rinascimento fino ali...
Page 148 - Cristo , che da lui fu lasciato appena comencio : ma io sarei in verità temerario se ciò facessi , e non creda VS Illustrissima già questa una giattanza. Io ho conosciuto prima forse di lei M. Carlo , il quale ad una bontà di vita onestissima accompagnava una sapienza grande nel disegno, e nella forza del colorito, che io non ho voluto seguitare per la difficoltà di ben fare , e perché quella maniera non era il modo di piacere anche a' meno sapienti , e di far denari.
Page 24 - Vasari, il periodo suo ferrarese sarebbe contrassegnato da vasti lavori : « fu dal Duca Borso chiamato a Ferrara dove nel palazzo dipinse molte camere, che poi furono rovinate dal duca Èrcole vecchio, per ridurre il palazzo alla moderna...
Page 35 - Medici scrive da Roma , esser morto il Pisanello a questi dì. Manca l'anno, ma più congetture ivi additate la fanno riconoscere del 1451; onde s'intende, come e perché il Pisanello, e' aveva fatta la medaglia di Leonello signor di Ferrara , morto nel 1450 , non facesse quella di Borso ed Ercole suoi successori ; e si può riconoscere...

Bibliographic information