Biografia e rivista critica delle opere di F.D. Guerrazzi (Google eBook)

Front Cover
Libreria editrice Dante Alighieri, 1869 - 52 pages
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Common terms and phrases

Popular passages

Page 109 - Rodano e Senna udì, Garonna e il Reno; • Si strinsero le madri i tìgli al seno.
Page 43 - Raffaello assai: per essa in cima di uno stelo lunghissimo miri uscire da un fiore leggiadro a mo' d'insetto anche più leggiadro una ninfa; più sotto un amorino che avendo alle spalle invece di ale un nicchio di chiocciola striscia su di un melo granato, e ride: là di mezzo a un canestro di fichi, e di mele sbuca la testa barbuta di un filosofo; qui ai manichi di un...
Page 280 - O questa passione cominciasse pur allora, o fosse passione antica, o non palesata se non quando la solitudine della duchessa e la lontananza del marito diede, con la comodità di scoprirsi, maggior speranza di espugnare la sua costanza, certo é che ella, vinta finalmente dalla propria e dall'altrui fragilità, invitata dall'occasione, persuasa dai prieghi dell'amante, e irritata dai torti fattile dal duca, che fino nel proprio letto non si era astenuto di condurre più volte le concubine, cadde...
Page 230 - ... Corte di Roma, e fuori di essa da tutti i principi e dal granduca di Toscana Ferdinando in particolare , che aveva deposto il cardinalato in tempo di Sisto V, e riteneva sempre un'affettuosa e costante amicizia col nipote Montalto. Facevanlo maggiormente stimare tanto più le sue parentele sì strette con tutti i principi , e con tutti due i capi delle due case Colonna ed Orsina. Amava egli sommamente la musica, e manteneva in casa virtuosi in quella professione eccellentissimi. Era grand
Page 205 - Se il crine è un Tago, e son due Soli i lumi Non vide mai maggior prodigio il Cielo: Bagnar co' Soli, e rasciugar co
Page 11 - Economia politica ; io la trovai piena di appunti presF, ma considerazioni di suo mi ci apparvero scarse, e queste poche cominciavano nel modo, che segue: — uscita topo di casa alla scienza, entrò nella dispensa della presunzione, dove, pasciutasi a crepa pancia di ciarlataneria , non le riesce più di ripassare dal buco; dov'ella da ora in poi si risolva a provare molto, ad affermare poco , e sopratutto a procedere modestamente, a casa sua un giorno e
Page 59 - io l'ho ve* due sposi, dice loro : Figliuoli! voglio che abbiate un ri« cordo del povero frate, e dopo di aver data loro la sca...
Page 281 - Duchessa , perché l' uccidessero , come fecero il medesimo giorno. Annunciata alla Duchessa la mattina la morte , volle confessarsi e udir messa ; poi accostandosele questi due , e conoscendo esser giunta l'ora, domandò: Evvi ordine del Duca perch'io mora? Gli rispose don Leonardo: Sì, signora. E la Duchessa soggiunse : Mostratemelo. Ed essendole mostrato , don Leonardo , senza dar luogo ad altre repliche , le strinse le mani , tra le quali teneva un Crocefisso , e il fratello la strangolò. Passò...
Page 229 - ... tratteneva con una delle più numerose famiglie , e più splendide che allora si vedessero in Roma. Aveva egli più del rozzo che dell'amabile nell'aspetto; grave di portamento nella persona, e quasi non meno di comunicazione eziandio ne' costumi : ritenuto assai di parole , e pieno di certa esteriore malinconia, che da molti era giudicata piuttosto una sua intcriore alterigia; e quantunque nelle conversazioni domestiche egli si mostrasse poi molto cortese e trattabile , nondimeno e la sua propria...
Page 280 - ... necessario riferir qui. Udita il Duca la confessione di Marcello, disse : Scrivi tutto questo di tua propria mano. Ma , o per lo timore della vicina morte , o per esser la mano più allora offesa dalla fune , alla quale era stata legata , non poté scrivere, se non queste poche parole : Sì, ch'io sono traditore del mio Signore; sì, ch

Bibliographic information