I Cairoli (Google eBook)

Front Cover
Fratelli Bocca, 1908 - Italy - 446 pages
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Common terms and phrases

Popular passages

Page 455 - This book should be returned to thè Library on or before thè last date stamped below.
Page 310 - O patria mia, vedo le mura e gli archi E le colonne ei simulacri e l'erme Torri degli avi nostri, Ma la gloria non vedo, Non vedo il lauro e il ferro ond'eran carchi I nostri padri antichi.
Page 246 - Fu, ed è e sarà nostra prima cura il mantenere intatto il prestigio delle istituzioni col più scrupoloso rispetto dei diritti collettivi ed individuali. Perciò non abbiamo contrastato con preventivi divieti il diritto di riunione, pur quando si pronunciava colla manifestazione di una collera ingiusta e di opinioni da noi riprovate. Ma la libertà delle pubbliche discussioni è un corollario della libertà di stampa. Il consentire a questa l'ampia libertà di discutere sulle questioni di politica...
Page 93 - Il mio sguardo s' incontrò lo stesso giorno collo sguardo del maggior fratello, Benedetto, valoroso e modesto ufficiale, caro come tutta quella cara famiglia : i suoi occhi si fissaron nei miei, ma una sola parola non uscì da ambedue.
Page 93 - Tra i morti v'era pure un figlio, il primo ch'ella perdette, di quella donna, per cui la posterità confonderà questo periodo di miserie coi giorni più gloriosi di Sparta e Roma!
Page 93 - La Cairoli di Pavia, ricchissima, carissima, gentilissima matrona — aveva quattro figli — uno morto a Varese, sul cadavere d' un austriaco eh' egli aveva ammazzato. Il maggiore, Benedetto, 1' avete nella capitale giacente ancora ferito a Calatafimi ea Palermo. Il terzo, Enrico, vive, col cranio spaccato negli stessi combattimenti, ed il quarto fa parte di questo esercito, mandato da quella madre incomparabile. « Donne, mandate qua i vostri figli, i vostri amanti ! In pochi, la contesa sarà...
Page 194 - Fabi, e l'Italia moderna i suoi Cairoli, colla differenza che con Leonida e Fabio gli eroi furono trecento : con Enrico Cairoli essi furono settanta, decisi di vincere o morire per la libertà italiana.
Page 93 - Ernesto, il più giovane dei tre, ch' essa aveva mandati, cadeva combattendo, rotto il petto da piombo austriaco, sul cadavere d' un tamburino nemico ch'egli aveva ucciso di baionetta. Mi passò per la mente tutta l'afflizione di quella madre sì buona, sì affettuosa per i suoi figli e per chi aveva la fortuna di avvicinarla ! Il mio sguardo...
Page 263 - Subordinando ad interessi superiori anche la sua difesa, il ministero non potrebbe oggi accettare alcuna interpellanza e dovrebbe quindi pregare gli onorevoli interpellanti e la Camera di volerle rimandare ad altro tempo. Se non che queste stesse interpellanze rivelano una situazione parlamentare, della quale il ministero crede suo dovere tener conto, mentre alti interessi politici e le interne riforme reclamano tutta l'autorità del governo e la più salda concordia della maggioranza (Bravissimo!
Page 211 - ... all'inedia per rigettarli sopra un dispotismo più orrido assai, più degradante e che li spinge a morire di fame. Ho la coscienza di non aver fatto male ; nonostante, non rifarei oggi la via dell'Italia Meridionale, temendo di esservi preso a sassate da popoli che mi tengono complice della spregevole genia, che disgraziatamente regge l'Italia e che seminò l'odio e lo squallore là dove noi avevamo gettato le fondamenta di un avvenire italiano, sognato dai buoni di tutte le generazioni e miracolosamente...

Bibliographic information