Poesie: raccolta completa (Google eBook)

Front Cover
Tipi del Galeati d'Imola, 1880 - Italian poetry - 538 pages
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page 514 - Vigila sugli spalti Da libertà fondati; Emula in ogni gesto II padre tuo, l'onesto II ferreo cavalier. Ed ei m'affida, il giusto Vindice nostro, ancora. Quand'ebbe entro il vetusto Tempio la sua dimora , E si vedea diffusa Per la gran porta schiusa Onda di luce uscir; Parvenu , nella sera Trista, le turbe folte Far voci di preghiera Sotto le immense volte . Ed i leon' chiomati Sul tumulo posati In suon fansto ruggir.
Page 87 - ... amore che non ad artefici, ma a figliuoli propri si conveniva. Per la qual cagione si vedeva che non andava mai a corte, che, partendo di casa, non avesse seco cinquanta pittori, tutti valenti e buoni, che gli facevano compagnia per onorarlo.
Page 308 - Sloriche dei principali avvenimenti politici d'Italia seguiti durante il pontificato di Clemente VII Opera di Patrizio De Rossi Fiorentino.
Page 363 - Pouchkine, il poeta più popolare della Russia, mi volgeva dalla sua nativa lingua in prosa italiana un amico del cuore. Ed io imitavali in versi, che, per quanto era in mio potere, rendessero i pensieri dell'autore a me venuti, per dir così, di lontano, perché trapassati per mezzo di altro interprete alle mie orecchie. Maquali si sieno, essi mi erano cari come ricordanza di ore dolcissime trascorse in seno dell'amicizia.
Page 512 - L'oda l'Europa, il mondo, E sparga insiem con noi Pianto d' amor fecondo, Perché più stenda i suoi Rami, e più frutti porti Ai popoli risorti Robusta civiltà. Superbi monumenti Nelle due vecchie Rome Ricordano alle genti Storie di genti dome : Ma saran vinti a prova Da un altro che alla nuova Roma fia sacro...
Page 513 - S'agita il mondo e sembra Mare ove il turbo freme Unir le sparse membra Vuole ogni stirpe insieme, Sollevasi, combatte Tremenda Erinni e abbatte Tiranni e schiavitù. In Vatican l'astuta Corte per l'aer fosco Guata, e le stragi fiuta Simile a fiera in bosco: Si prostra in Oriente A un Cesare possente Barbarica virtù. O Umberto Re! Di Brenno Non temo o d...
Page 513 - E con lui che in guerra Plebea stupì la terra, II massimo dei Re. A filiale omaggio Con l'abbrunata sposa, Sulla cui fronte un raggio Di speme al duol di sposa, E con la dolce prole Innanzi ali...
Page 363 - Maquali si sieno, essi mi erano cari come ricordanza di ore dolcissime trascorse in seno dell'amicizia. Ed ora mi sono cari doppiamente, da che li posso offerire a voi, mia buona madre, nel giorno che ci è sacro per la festa del vostro nome. Che se questi canti non rispondono del tutto alla nostra gioja; d'altra parte mi è dato sperare che voi meno porrete mente ai concetti di essi, quanto all'animo di chi ve gli offre in segno di amore. Vostro figlio...
Page 417 - Tesa tosto la finestra à schiusa — Che è ? — Gittami panni alla rinfusa Insieme a qualche soldo per la spesa. Mi gitto a bando. — E le contò la cosa. E la moglie: Che Dio ti benedica! Non senti come suona gloriosa? Dunque sopra del suo fusto è rimasa. — E Meo: Pria che sentenza se ne dica Sto un anno al buio. Fuggiamo da c:isa.
Page 511 - D'un trono meritato Come nel campo muore Impavido soldato Stringendo la bandiera, Ch'alia virtù guerriera La patria confidò. Piangete pur, le belle Facce velato a bruno, O nobili sorelle Del suoi libero ed uno: II vostro flebil grido Passi l'ausonio lido, O italiche città. L'oda l'Europa, il mondo, E sparga insiem con noi Pianto d'amor fecondo, Perché più stenda i suoi Rami e più frutti porti Ai popoli risorti Robusta...

Bibliographic information