Codice civile del regno d'Italia corredato della relazione del ministro guardasigilli fatta a S.M. in udienza del 25 giugno 1865 (Google eBook)

Front Cover
Stamp. Reale, 1866 - 752 pages
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page 8 - Lo stato e la capacitÓ delle persone ed i rapporti di famiglia sono regolati dalla legge della nazione a cui esse appartengono.
Page 63 - Il principio di prova per iscritto risulta dai documenti di famiglia, dai registri e dalle carte private del padre o della madre, dagli atti pubblici o privati provenienti da una delle parti impegnate nella controversia, o che vi avrebbe interesse se fosse in vita.
Page 12 - I comuni, le provincie, gli istituti pubblici civili od ecclesiastici, ed in generale tutti i corpi morali legalmente riconosciuti, sono considerati come persone, e godono dei diritti civili secondo le leggi e gli usi osservati come diritto pubblico (7 comm.).
Page 16 - L'acquisto o il riacquisto della cittadinanza in tutti i casi precedentemente espressi, non ha effetto se non dal giorno successivo a quello in cui furono adempiute le condizioni e formalitÓ stabilite.
Page 142 - Nessuno puo essere costretto a cedere la sua proprietÓ od a permettere che altri ne faccia uso, se non per causa di utilitÓ pubblica legalmente riconosciuta e dichiarata, e premesso il pagamento di una giusta indennitÓ.
Page 687 - possono pure i creditori impugnare in proprio nome gli atti che il debitore abbia fatti in frode delle loro ragioni.
Page 79 - I beni lasciati o donati al figlio per imprendere una carriera, un'arte o una professione; 3.░ I beni pervenuti al figlio per ereditÓ, legato o donazione accettata...
Page 378 - L'obbhgazione non si pu˛ impugnare da quel minore, che con raggiri o mezzi dolosi ha occultato di essere tale. Ma a costituire in dolo il minore non basta la dichiarazione da lui fatta di essere maggiore.
Page 237 - Il testamento Ŕ un atto rivocabile, col quale taluno , secondo le regole stabilite dalla legge, dispone per il tempo in cui avrÓ cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse in favore di una o di pi¨ persone.
Page 230 - Nella linea collaterale la rappresentazione Ŕ ammessa in favore de' figli e discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto, sia che essi concorrano alla successione coi loro zii o zie, sia che essendo premorti tutti i fratelli e le sorelle del defunto, la successione sia devoluta ai loro discendenti in gradi eguali od ineguali (art.

Bibliographic information