Inni e cantici ad uso dei Cristiani de'Italia (Google eBook)

Front Cover
1861
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Common terms and phrases

Popular passages

Page 24 - Sian santi, o Signore, I nostri pensieri, Purifica il core, Che solo in Te speri; II santo tuo Spiro Ne infiammi di zel, E il nostro desiro Rivolgasi al ciel.
Page 12 - Redentor. 2 Del Signor sta fiso il ciglio Sovra il mesto che lo implora; Pace a lui , vigor , consiglio Quello sguardo infonderà: Pari ad aura, che ristora Fior riarso, a lui sarà.
Page 29 - L'arpa, il fervor, l'ingegno, Onde sul mondo estendere II suo perpetuo regno; Fra tutti quanti i popoli Direi col canto mio: Genti, il Figliuol di Dio Lodate ÌHSÌPTI con me.
Page 10 - Tu parlando al cor mi vieni, Santo libro che contieni La parola del Signor : Tu consiglio — nel periglio, Tu conforto nel dolor. Soavissima parola, E qual alma a te si serra? Tu recasti sulla terra Nuova scuola di virtù, . Nuova scuola — che consola Fin chi geme in servitù ! Sol eh...
Page 9 - Ma tal prezzo offrir poss' io, Ch' ei negarmela non può : Ah per patto — del riscatto II suo sangue io gli offrirò Nel promettere perdono Al mortai che in te s' affida, Tre virtù gli dai per guida Sulla via della pietà : No, non sono — che tuo dono Fè, Speranza e Carità ! Quando oppresso dalle ambasce
Page 11 - Del Signor sta fiso il ciglio Sovra il mesto che lo implora; Pace a lui, vigor, consiglio, Quello sguardo infonderà; Pari ad aura, che ristora Fior riarso, a lui sarà. Tu, Signor, quand'io T'invoco, II tuo volto a me riveli; Tu mi parli e divien fioco Ogni accento di quaggiù: Io vagheggio allor ne
Page 36 - Italia mugge; Scienza mendace, efimera, II Tuo Vangel distrugge, Ed osa infamia e scandalo La croce Tua chiamar. 6. Signor, deh! sorgi e dissipa L' antico e il nuovo errore ; Discenda sull' Italia Fecondo il divo Amore; S'alzi al Tuo Cristo un cantico Dall' uno all
Page 49 - Se volgi a me il tuo viso, O vittima d'amor! Gioia di paradiso Trovo nel tuo pallor. La morte ch' hai patita Per me, divin Gesù, Pace celeste e vita Ridona a me quaggiù.
Page 12 - Tu m'accogli, e mi conforti D'un paterno tuo sorriso, E mi porgi il pan dei forti Nella speme e nella fé ; L'aspra via del paradiso Si rinfiora allor per me. 6. Dov'è il fascio dei dolori, Che al tuo pie l'alma depose? Or son gioie, son tesori Dell "eterna tua pietà ; Spine fur, cui cangia in rose L'ineffabil carità.
Page 15 - ... Agnel di Dio che vittima Di pace a noi Ti festi, Tu della morte i vincoli Nel tuo vigor frangesti, L'orgoglio reo di Satana Curvossi innanzi a Te. E il Padre in ciel sugli esseri Ti diè perenne impero, Donde verrai pe' reprobi Retributor severo, Pei santi che in Te sperano Fonte d'eterno amor.

Bibliographic information