Sopra l'Ahasvero in Roma, poema di Roberto Hamerling: considerazioni di L.A. Michelangeli con un' appendice sulle traduzioni italiane dello stenso poema (Google eBook)

Front Cover
Presso N. Zanichelli, 1878 - 267 pages
0 Reviews
  

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Common terms and phrases

Popular passages

Page 213 - Al che non avvertono que' moderni che si compiacciono nella pittura del deforme, e gli danno un largo campo nelle loro opere. Oltre che nel descrivere il brutto non si dee caricar la mano ed eccedere una certa misura; altrimenti si cade nello schifo e nel disgustoso, come par che studino di fare alcuni nostri coetanei, fra' quali per un insigne esempio citerò Vittorio Hugo. A cui se si può perdonare il suo Quasimodo, niuno certo farà buone le atrocità e le laidezze de' suoi drammi, e la sua singolare...
Page 154 - ... l'eroica tromba e la zampogna agreste: troppo tardi schiudeste al giorno i lumi. E voi, giovani industri, a cui nel petto ferve l'amor delle buone arti, armate di compasso la man, l'occhio di lente; cose in terra cercate o in cielo ignote; misurar, calcolar, nelle lor parti i corpi scior, negli atti suoi lo spirto, ne' moti l'alma, a voi sia studio e fama.
Page 127 - Padroni: a cui mancava nimici, oppressi da amici. Secolo non però tanto di virtù sterile, che qualche buono esempio non producesse: madri, e mogli accompagnanti figliuoli, e mariti scacciati: parenti difenditori, generi costanti. Schiavi fedeli, e forti a
Page 134 - ... ma tolgono quasi in tutto la licenza di fingere , la quale è necessarissima ai poeti , e particolarmente agli epici : perocchè di troppo sfacciata audacia parrebbe quel poeta , che l' imprese di Carlo V volesse descrivere altrimenti di quello che molti che oggi vivono l'hanno viste e maneggiate.
Page 154 - Ragion più sempre, sospendete, o vati, Le vostre lire alle pareti vostre; Lunge i plettri disutili, rompete L'eroica tromba e la zampogna agreste: Troppo tardi schiudeste al giorno i lumi. E voi, giovani industri, a cui nel petto Ferve l'amor delle buone arti, armate Di compasso la man, l'occhio di lente: Cose in terra cercate, o in cielo ignote: Misurar, calcolar, nelle lor parti I corpi scior, negli atti suoi lo spirto, Ne' moti l' alma, a voi sia studio e fama.
Page 15 - Sì come nasce il vermine nel saldo pome, così tutte le cose che sono create a alcun fine, conviene che cagione sia in esse che al lor fine termini.
Page 122 - Galba con promessa di larghissimi donativi. Lo sconcio tiranno non trovando neppure chi gli desse la morte , e ondeggiando fra disperati pensieri ora voleva gettarsi nel Tevere , ora ricovrarsi in Egitto a vivere del suono della sua cetra, ora tra i Parti, ora alla misericordia di Galba oa implorare coi pianti perdono dal popolo : ora ricordava i presagii che gli avevano promesso l
Page 107 - ... spremanzia , che gli enfiò e serrò la gola, o gli fece Nerone ugnere il palato d'olio avvelenato, quasi per medicarlo, come i più dicevano; e Burro, che se n'avvide, venuto il principe a visitarlo, si voltò in là; e domandato, come stesse; disse, » Bene, bene. » Lasciò in Roma gran desiderio di sé per la memoria della sua virtù, e per lo paragone di due successori , l' uno buono e dappoco , 1' altro sceleratissimo e disonesto.
Page 107 - Seneca con gl'insegnamenti d'elo« quenza e piacevolezze; aiutandosi l' un l'altro a « tenere a freno più agevolmente. 1' età pieghevole « del principe con diporti leciti, se con virtù non « potevano. » 1 Burro morì il primo ; chè Nerone promettendogli un rimedio pel mal di gola, mandogli un veleno.
Page 106 - non rimediavano. Questi il giovane imperadore « governavano uniti, di potenza pari, con arti di1 TA.C. Ann. XIV, 2. * TAC. Ann. XII, 42. 8 L

Bibliographic information