Ai confini della nazione: stampa e razzismo nell'Italia di fine Ottocento

Front Cover
Carocci, 2006 - Political Science - 257 pages
0 Reviews
Negli ultimi due decenni del XIX secolo, con notevole ritardo rispetto alle altre potenze europee, l'Italia diede avvio alla sua politica di espansione coloniale in Africa. Tra grandi speranze e disfatte militari (su tutte quella umiliante di Dogali), nel nostro paese si assistette in quel periodo al paradossale fenomeno di un'alterità senza colonialismo, di un senso di superiorità nei confronti di popoli e razze che diedero al nostro esercito, moderno e civilizzatore, sonore sconfitte e lezioni di strategia militare. Contestualmente si sviluppò un forte sentimento antisemita di cui si fece portavoce la stampa cattolica e, altro paradosso, ciò avvenne all'indomani del 1870, anno in cui gli ebrei ottennero la loro sospirata emancipazione.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Premessa
9
Introduzione La nazionalizzazione per contrasto
15
Intermezzo flaubertiano
21
Copyright

5 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information