Antonio e Pasquale Francesconi: architetti e urbanisti nella Napoli dell'Ottocento

Front Cover
Electa Napoli, 1998 - Architecture - 120 pages
1 Review

From inside the book

What people are saying - Write a review

User Review - Flag as inappropriate

Antonio (1806-1882) e Pasquale Francesconi (1810-1879), architetti municipali a Napoli, furono attivi sia in epoca borbonica che dopo l'Unitā d'Italia.
Protagonisti della vicenda architettonica
napoletana e delle opere di trasformazione urbana intraprese durante il regno di Ferdinando II di Borbone ma completate soltanto qualche decennio dopo.
Collaboratori di Luigi Giura, coetanei di Errico Alvino e Gaetano Genovese, operano in un clima di intensi scambi culturali e di nuove scoperte tecnologiche. Aperti al clima di scambio e informazione tecnica in Europa la loro opera č caratterizzata da echi classicheggianti, neorinascimentali e da variegati aspetti eclettici in perfetta aderenza agli orientamenti artistici del tempo.
Tra le opere urbanistiche di Antonio si segnalano la costruzione di via Duomo e quella del corso Vittorio Emanuele con la costruzione di alcuni edifici realizzati lungo le strade.
Di Paqsquale Francesconi si segnalano l rifacimento di metā Ottocento del teatro del Fondo (oggi Mercadante), la costruzione del teatro Vittorio Emanuele a Benevento. Opere e rifacimenti di architettura sacra(Santa Maria della Scala e Sant'Arcangelo all'Arena)a Napoli e a Ischia.
La partecipazione a bandi di concorso riguardanti la progettazione urbana nella Napoli dell'Ottocento.
 

Contents

Linguaggio classicista e progetto della cittā
9
Lo stato delle opere pubbliche a Napoli nel 1860
46
Profili biobibliografici
99
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information