Antropologia n. 12: Nascita

Front Cover
I. Maffi
Ledizioni, 2010 - Reference - 176 pages
0 Reviews

Questo numero di Antropologia, curato da Irene Maffi, intende proporre una riflessione intorno alla nascita, intesa nella sua complessità culturale, sociale, politica e economica, in quanto evento che occupa una posizione centrale nel modo in cui una società concepisce e organizza se stessa allo scopo di garantire la propria esistenza e la propria continuità nel tempo.

La nascita permette di pensare alle articolazioni tra passato, presente e futuro e al senso attribuito ai processi di dare la vita e venire al mondo. Poiché la nascita è un evento cruciale per i singoli individui così come per tutta la collettività, il modo di definirla e di organizzarla sono altamente significativi di più ampi e articolati arrangiamenti simbolici e pratici. L’analisi sviluppata dagli articoli contenuti in questo volume si iscrive a pieno titolo all’interno dell’antropologia della nascita, una sotto-disciplina nata negli anni Settanta in contemporanea all’emergenza della riflessione femminista, e mira a mettere in luce gli aspetti pragmatici e nello stesso tempo simbolici e politici elaborati e messi in pratica dal sistema biomedico nella gestione della nascita.

 

 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

INEGI 2005 Conteo de Población y Vivienda Mérida Gobierno del Estado de Yucatán
117
dichiarazione e programma dazione Roma Commissione Nazionale per le Pari Opportunità
118
pensare con il corpo attraverso unantropologia medica critica in R Borofsky Lantropologia culturale oggi Roma Meltemi pp 281292
119
Anita Regalia e Giovanna Bestetti
121
I retroscena
122
Il problema medicolegale
124
Convinzione che gli esiti neonatali siano migliori
126
Aumento della medicalizzazione in gravidanza
127

prospettive teoriche
22
presentazione dellostetrica postmoderna
25
Metodi
30
Ostetriche e intuizione
32
Imparare a fidarsi
35
accuratezza e fonte
40
un caso di fiducia nellintuito
41
la danza connettiva
49
Approvare lintuizione come sapere autorevole
52
Conclusione
55
Ringraziamenti
57
American Childbirth as Cultural Expression Social Science and Medicine n 388 pp 11251140
58
Marcus G E 1993 What Comes Just After Post? The Case of Ethnography in N Denzin Y Lincoln a cura The Handbook of Qualitative Social Science ...
59
Sorokin P A 1941 The Crisis of Our Age New York E P Dutton
60
Marilène Vuille
61
Il concetto di medicalizzazione in storia
62
Il concetto di medicalizzazione in sociologia
66
Il concetto di demedicalizzazione
71
Demedicalizzare il parto
73
Verso una definizione sociale del parto
77
Bibliografia
81
a study of the sociology of applied knowledge New York Harper Row
82
Patrizia Quattrocchi
83
Ma cosè la sobada?
88
la sobada in gravidanza
91
La resistenza della sobada
95
Difendere un mestiere difendere un sapere
98
il senso della sobada
109
Bibliografia
115
Csordas T J 1990 Embodiment as a paradigm for anthropology Ethos 18 1 pp 547
116
I cambiamenti socialidemografici
129
Un falso mito
130
Quando le donne vogliono il cesareo
132
Unesperienza a misura del possibile
134
Cosa dicono le donne? Lesempio del dibattito nei forum
136
Tutti mi guardano storto perché voglio fare il cesareo
137
Occhio a certi gioiellini
138
La storia del contatto materno poi
139
Non + del 15 di cesarei per loms alias who
140
No Stetrica forse non mi sono spiegata
141
Eh già hai talmente paura che diventi maleducata
142
Bibliografia
146
Treacy A Robson M OHerlihy C 2006 Dystocia increased with advancing maternal age American Journal of Obstetrics and Gynecology n 195 3 pp7...
147
Irene Maffi e Sara Veltro
149
Quali forme di sapere mobiliti nella pratica a domicilio?
150
Puoi spiegarmi meglio come si costruisce il rapporto con la donna?
152
Però la maggior parte delle donne preferisce partorire in ospedale perché si sente più sicura Come spieghi la disgiunzione tra il modello che applichi ...
153
Cosa pensi della pratica delle ostetriche ospedaliere?
155
Quale ruolo attribuisci al padre al momento della nascita?
156
Hai descritto finora una realtà complessa e molto articolata Se dovessi illustrare la tua pratica in poche parole come la descriveresti?
158
Il tuo rapporto è con la donna con il bambino o con la coppia?
159
Cosa pensi del rapporto tra ostetrica indipendente e donna secondo te cè un rapporto di autorità oppure è un rapporto egualitario?
160
Anche tu hai avuto una formazione ospedaliera e hai lavorato in ospedale Quando e perché hai deciso di lasciare lospedale e di assistere i parti a casa?
161
Potresti spiegarmi qual è stato il tuo percorso?
162
E stato allora che hai incontrato le colleghe con cui hai fondato la Lunanuova ?
164
Da cosa nascevano le vostre divergenze?
165
Bibliografia
167
Gli autori
169
Copyright

Common terms and phrases

About the author (2010)

 

Bibliographic information