Architettura e management della città-natura

Front Cover
Ina Macaione
Franco Angeli, 2008 - Architecture - 256 pages
Conosciamo perfettamente gli estremi entro cui sarebbero pensabili le città. Ma il problema e la difficoltà si trova in mezzo. Ormai ci sono due galassie: da una parte quella delle case, degli interni di case in parte ancora abitabili, e delle città addormentate e dall'altra quella che si forma, tracciando la traiettoria di un secolo, dalla metropoli alla urbanità globalmente indefinibile di oggi - anche se in molti ci provano, triangolando tra le idee del "mollusco", del "divenire mutante" e dei "processi di decostruzione". Ovviamente ci attrae, e ci preoccupa allo stesso tempo, il polo indefinibile. E qui si collocano, criticamente, anche le mutazioni delle professioni. Il volume è rivolto ad architetti, manager, operatori dei beni culturali, sociologi e urbanisti, affinché si accorgano del valore e dell'utilità della città-natura, il "bene relazionale" di gran lunga più ricco e complesso che la civiltà abbia mai "prodotto", impiegando millenni di "lavoro".

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

Bibliographic information