Autobiografia spirituale

Front Cover
Editoriale Jaca Book, 2006 - Philosophy - 409 pages
0 Reviews
L'"Autobiografia spirituale" di Nikolaj Berdjaev non è l'ultimo libro scritto dal grande filosofo russo; cacciato dalla propria patria per decisione diretta di Lenin e stabilitosi a Parigi dal 1924, Berdjaev ne terminò infatti la versione iniziale già nel 1940 e prima della morte vi portò alcuni ritocchi, ma quest'opera resta comunque il suo testamento spirituale per la chiarezza con la quale, ripercorrendo la propria storia personale e quella di un mondo devastato da guerre e rivoluzioni, riscopre la centralità della persona creata da Dio e definita dal rapporto con un Dio che vuole la sua creatura come essere libero e creatore. La libertà e l'infinita creatività umana, continuamente riaffermate da Berdjaev, non sono quindi un gesto di autoaffermazione nichilista, in cui l'uomo nega tutto quanto si trova al di fuori del proprio arbitrio e della propria fantasia, ma sono piuttosto la continua tensione della persona per aderire al mistero dell'esistenza, al mistero degli esseri e delle cose e alla loro infinita e sorprendente bellezza. Riflessione critica generata da questo rapporto creatore e dall'esistenza che esso genera, la filosofia è sempre religiosa, crede in Dio o lo nega, ma non può essergli indifferente: essendo amore della sapienza, essa è continuamente alla ricerca del vero e del significato della vita che il filosofo sperimenta quotidianamente.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Capitolo primo
7
Capitolo secondo
39
Langoscia
46
La libertà
52
La ribellione
61
Dubbi e lotte spirituali
70
LA PRIMA CONVERSIONE
83
Capitolo quarto
91
Capitolo settimo
179
Capitolo ottavo
225
Capitolo nono
243
Capitolo decimo
271
LA MIA FILOSOFIA DEFINITIVA
329
Capitolo dodicesimo
351
Capitolo tredicesimo
369
Da rio Bene t ti
387

Capitolo quinto
109
Capitolo sesto
143

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information