Canti e cantori bucolici: esempi di poesia a soggetto pastorale fra Seicento e Ottocento

Front Cover
Pellegrini Editore, 2007 - Literary Criticism - 198 pages
0 Reviews
La melodia della zampogna pastorale, plasmata in poesia, ha attraversato i secoli della storia letteraria con una sonoritÓ sottile, variata in toni molteplici, ma persistente. Di queste differenti modulazioni, il volume Canti e cantori bucolici propone un'indagine che, ruotando intorno a nuclei tematici cronologicamente disposti dal XVII al XIX secolo, ambisce a mettere in luce l'affioramento, nella reiterata ricezione di temi pastorali d'origine greco-latina, di alcune peculiaritÓ e specificitÓ interpretative forti. Dalle virtuosistiche rielaborazioni condotte sulla filigrana bucolica, nel XVII secolo, da Giovan Battista Marino, l'analisi si sposta nel cuore del settecentesco classicismo veronese, rappresentato da letterati-traduttori quali Girolamo Pompei e Giuseppe Torelli, che alimentano di linfa teocritea la propria vocazione alla poesia; lo studio si sofferma, infine, sulle suggestioni bucoliche che permeano l'apprendistato poetico e la produzione giovanile di Giacomo Leopardi.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Section 1
5
Section 2
9
Section 3
41
Section 4
45
Section 5
95
Section 6
111
Section 7
125
Section 8
175
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information