Canzoni per il pasto dell'orco. Testo francese a fronte

Front Cover
Manni Editori, 2004 - Poetry - 152 pages
0 Reviews
Scritte nel corso del secondo conflitto mondiale, queste poesie di Jabès oppongono all'orrore della guerra lo stupore dell'innocenza, al potere distruttivo del male l'incantamento dell'infanzia. "L'orrore non ha alcun limite. L'orrore si nutre di orrori", ricorda il poeta ripensando a quell'epoca, ma parlando anche di ogni epoca: alla sfida dell'orrore la poesia risponde con la sua lingua che ha la potenza del sorriso, la fascinazione della vita. Favole destinate ai bambini -e agli adulti- per esorcizzare il mostro della guerra, queste poesie oppongono al principio della distruzione la forza dell'immaginazione.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
2
Section 2
4
Section 3
5
Section 4
6
Section 5
7
Section 6
53
Section 7
56
Section 8
70
Section 9
86
Section 10
145

Common terms and phrases

Bibliographic information