Caos sublime: Note sulla città e taccuini di architettura

Front Cover
Rizzoli - Architecture - 156 pages
0 Reviews
“Caos sublime”, è “la complessità di una megalopoli risolta senza la presunzione di un urbanista-guaritore che arriva e decide di adottare un piano, di imporre un ordine che rischia sempre di aggiungere disordine al disordine”. L'architettura è la forma espressiva e artistica più legata alla vita degli uomini e sempre più coinvolta nei grandi temi di discussione globali. Le città che crescono a dismisura in pochi anni, la scomparsa delle campagne, le periferie e gli insediamenti intensivi, l'abusivismo, i musei che rispondono all'esigenza di cultura di massa, si moltiplicano e rischiano di diventare in futuro aree industriali dismesse, i centri storici che si trasformano in shopping center, il problema della nuova committenza, sono solo alcuni temi che Massimiliano Fuksas affronta e che mette in rapporto con il mestiere quotidiano dell'architetto. Molto più di un semplice libro di architettura, questo volume, attraverso la visione del mondo di uno dei più discussi e celebrati maestri contemporanei, affronta con forza e intelligenza i temi più caldi del Paese e del mondo, senza tirarsi indietro di fronte alle polemiche e alle scomode prese di posizione politiche.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 9
Section 10
Section 11
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2011)

MASSIMILIANO FUKSAS si è laureato in architettura nel 1969. Ha studiato a Roma, Parigi e, dal 2008, è in attività a Shenzhen. Dal 1998 al 2000 ha diretto la VII Biennale Internazionale di Architettura di Venezia. È stato Visiting Professor presso numerose università nazionali. Fra i suoi progetti: Il Nuovo Polo Fiera Rho-Pero, il Centro Ricerche Ferrari a Maranello, il Centro Congressi EUR a Roma, i flagship di Armani a Hong Kong, Shangai, Tokyo e New York, le Twin Towers a Vienna, la Torre del Palazzo della Regione Piemonte a Torino, il Centro degli Archivi Nazionali di Parigi. PAOLO CONTI lavora al “Corriere della Sera” dal 1979 e si occupa di politica della comunicazione, attualità culturali, costume. Tra i libri pubblicati Intervista su privacy e libertà con Stefano Rodotà. Laterza 2005 e, 1969. Tutto in un anno, Laterza 2009

Bibliographic information