Caro papÓ Di Vittorio--: lettere al segretario generale della CGIL

Front Cover
Myriam Bergamaschi, Cristiana Pipitone, Gianni Venditti
Guerini e associati, 2008 - Business & Economics - 453 pages
0 Reviews
Squarci originali e inediti della vita italiana tra la fine della guerra e il 1957 ci sono offerti dalle lettere a Di Vittorio raccolte e commentate da Myriam Bergamaschi (con la collaborazione di Cristiana Pipitene e Gianni Venditti). Scrivono a Di Vittorio donne e uomini dell'Italia uscita dalla guerra mondiale, travagliata da grande miseria; scrivono personaggi dei ceti sociali pi¨ miseri e persone dei pi¨ disparati ambienti (dal prete al carabiniere) animati dalla fiducia verso di lui e dalla speranza di conseguire soddisfazione per le loro richieste. Il leggendario leader sindacale della CGIL appare vicino a questo "popolo lavoratore", pronto a interessarsi non solo al loro destino collettivo ma anche alle sorti dei singoli con una premura quasi paterna che si esprime soprattutto quando i suoi interlocutori sono giovani, orfani di vittime della violenza poliziesca. Questo campionario di scritture popolari Ŕ una testimonianza straordinaria del fascino e del carisma dell'uomo, illuminante anche per la concezione che egli ebbe del sindacato; ed Ŕ infine - come scrive Antonio Gibelli nel suo saggio introduttivo - uno spaccato della societÓ italiana e delle mentalitÓ collettive negli anni della Ricostruzione.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Fuori dal mito
23
Ringraziamenti
41
La voce delle donne
111
Copyright

4 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information