Che gli scandali avvengano

Front Cover
Bompiani - Fiction - 360 pages
0 Reviews
"Che gli scandali avvengano", dice Gesù (Vangelo di San Matteo, 18,7) giacché essi smaschereranno i malvagi che li provocano. E Luca Canali, con una scrittura limpida e affilata, penetra nei recessi più segreti dell'animo di vittime e colpevoli, protagonisti di scandali, in una silloge di racconti e personaggi tutti diversi ma tutti accomunati da una stessa complicità (l'alto burocrate, la bella e sensuale cinquantenne, il mediocre politico, il ragazzo che non riesce ad amare, l'omosessuale avventuroso e sereno, l'usuraio per vednetta, ecc.), che svelano dove si annida il Male, e spesso da tale "epifania negativa" ottengono una laica redenzione oppure il verdetto finale della morte. Ma "lo scandalo" può anche non essere evidente, per quella che è stata giustamente definita – dalla Arendt – la "banalità del male".

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Other editions - View all

About the author (2012)

LUCA CANALI, scrittore e latinista, ha insegnato Letteratura latina nelle Università di Roma e Pisa.?Dal 1981 si è dedicato esclusivamente all’attività critica e letteraria. Tra le opere di saggistica: Personalità e stile di Cesare, I volti di Eros, Lucrezio, poeta della ragione, Amore e sessualità negli autori latini, Il sangue dei Gracchi, I cavalieri latini dell’Apocalisse, Fermare Attila; di versi: Toccata e fuga, La deriva, Il naufragio, Zapping, Borderline, Fasi, Lampi; di narrativa: La resistenza impura, Autobiografia di un baro, Il sorriso di Giulia, Spezzare l’assedio, Nei pleniluni sereni, Reds. Racconti comunisti, La sporca guerra, Fuori dalla grazia. Tra le sue traduzioni, tutta l’opera di Virgilio, Lucrezio, Petronio, Orazio, Tibullo, Properzio, Persio, Stazio, Prudenzio e altri.

Bibliographic information