D'un nuovo diritto europeo

Front Cover
1860 - 278 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents


Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 240 - Solo i migliori in iscienza e virtù hanno diritto di esercitarla entro a certi confini. II. Legittimo è quel Governo che ha il consenso dei governati e soddisfa competentemente al fine progressivo sociale. Ogni Governo che difetta di esse due condizioni diventa illegittimo e si fa debito ai cittadini il mutarlo.
Page 34 - Tengasi dunque per assioma di giure internazionale che dove non è alcuna competente unificazione morale né alcuna spontaneità di socievole comunanza e dove insomma non una è la patria ma più e diverse , là è violenza ma non giustizia, è conquista e non dedizione ; e la forza ancora che si vesta di forme legali non perde né cambia la sua natura. E del resto , sebbene la unità morale degli Stati venga il più del tempo costituita dalla nazionale omogeneità , ei non si vuoi giudicare che...
Page 12 - Stato s' informa sempre di certa intrinseca autonomia, cioè d'una volontà costante e comune a tutti i congregati di esistere in certo consorzio da tutti gli altri distinto e con le proprie forze compire a sufficienza i fini della socialità universale e particolare ; il che vale come dire che allo Stato non è bastevole la unità materiale del territorio .delle abitazioni e delle persone, ma gli bisogna eziandio una qualche unità morale. Vero è che nella più parte delle monarchie d'Oriente,...
Page 240 - Ogni forma e grado di tal dipendenza è per sè illegittima. IX. La fede ai trattati è piena ed irrevocabile, ognora che non contrastano manifestamente ai dogmi eterni del retto e del giusto. X. Ai trattati generali e riformatori del generale diritto concorrono tutti gli Stati che l'accettano e osservano.
Page 240 - La libertà o autonomia intcriore dei popoli non ha modo né limite, salvo che dalla ragione morale e dal senno politico ; e il principio del non intervento non soffre eccezione. VI. Le comunanze civili si compongono e allargano o per contrario si sciolgono giusta il diritto e il principio della spontaneità e della nazionalità. VII. Le conquiste perpetue non istanno in giure; molte però delle antiche pigliarono legittimità col fondare i vinti ed i vincitori una sola Patria.
Page 14 - Stato nell'essere suo normale e perfetto è indipendente in compiuta maniera, e dir vogliamo che gode non pure della intrinseca ma della estrinseca autonomia. La grandezza o picciolezza di lui, l'essere armato od inerme, facoltoso o povero non dilata né restringe la sua indipendenza agli occhi della ragione e della giustizia. La libera città di Amburgo è cosi autonoma come l'impero di Moscovia.
Page 34 - ... sociale e politica in quel modo che avvenne tra Portoghesi e Spagnuoli. Laonde il principio della nazionalità di cui tanto si ragiona al dì d'oggi, e in cui tentano alcuni scrittori di riconoscere il fondamento primo del nuovo diritto europeo, debba, se vuole apporsi in dritto alla verità, deliuir se medesimo in guisa più larga e più razionale, pronunziando che le congregazioni d...
Page 107 - ... questa bilancia trabocca se i Turchi sono cacciati d'Europa. Del rimanente, il sospetto e la gelosia politica fu sempre una e medesima; ei Greci e i Romani antichi costantemente guardarono a questo, che dove tu non possa ampliare le tue conquiste, debba almeno studiarti d'impedire quelle degli altri, e mantenere fra gli Stati più poderosi lungo e pareggiato contrastamento di forze. I moderni hanno .voluto farne come un principio d'alta saviezza e giustizia, e quasi un fondamento e una guarentigia...
Page 28 - Sole della verità e della giustizia, ma ciascuna ne vede un particolare aspetto, e l' anima di ciascuna si scalda e colora di un raggio distinto di quello. Per tal guisa , nella repubblica universale comincia fra i popoli quella più alta reciprocazione di facoltà e privilegi , di avventure e di gloria che usano i privati uomini in ogni città scambiandosi mutuamente le utilità e gli uffici.
Page 292 - ... in politica, i quali seduti accosto al tappeto verde considerano le genti umane come creta informe da porsi sulla ruota del vasellaio, e cavarne ciò che riesce a proposito. Certo è poi che la incorporazione e sottomissione torna tanto più oltraggiosa e nocevole al bene di tutta la specie, quanto la provincia usurpata è ricetto di nobil nazione ; e non pure è sufficiente a se...

Bibliographic information