Dal "Tresor" al "Tesoretto": saggi su Brunetto Latini e i suoi fiancheggiatori

Front Cover
Aracne, 2010 - Literary Criticism - 272 pages
0 Reviews
Il volume focalizza le indagini su Brunetto Latini quale mediatore di un'ampia tradizione latina e mediolatina, sui suoi fiancheggiatori e fruitori, nonché sulle modalità della ricezione tra il Due e il Trecento. Per più aspetti nuovo l'inquadramento del Tesoretto: se ne esaminano i tempi di scrittura e le interferenze con la stesura del Tresor, vero reference-text del poemetto incompiuto e si avanzano ipotesi sulla sua genesi e sulla sua morfologia originaria, dato che la scansione della materia sembra regolata da "divisioni", almeno in parte, d'autore e calcate sulle "partizioni" del Tresor. Se la datazione proposta (1271-1272) e il taglio non laico del Tesoretto sono iscritti nel clima di censura imposto da Étienne Tempier, l'identificazione del dedicatario del poemetto (Carlo d'Angiò?) porta a inserire gli ammaestramenti brunettiani nell'alveo delle opere edificatorie dell'arte del buon governo, additando tra i modelli precursori Vincent de Beauvais e lo Pseudo-Aristotele del Secretum.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Prefazione Divagazioni brunettiane
7
Indizi per una datazione del Teso
44
Dai miroirs des princes al Teso
55
Copyright

8 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information