Della venuta e dimora in Bologna del sommo pontefice Clemente VII.: per la coronazione de Carlo V. imperatore celebrata l'anno MDXXX. Cronaca con note documenti ed incisioni

Copertina anteriore
fonderia e tip. Government - Alla volpe, 1842 - 559 pagine
 

Cosa dicono le persone - Scrivi una recensione

Nessuna recensione trovata nei soliti posti.

Sommario

Altre edizioni - Visualizza tutto

Parole e frasi comuni

Brani popolari

Pagina 129 - ... uno , che pur d' ogni scienza e il fine. Ma se contempli una bella opera delle arti, puoi senza tua fatica, e quanto vuoi lungamente , godere la varietà composta ad unità : e in quella imitazione del naturale, e non dell...
Pagina 129 - ... bruti, o degli uomini poco distanti da' bruti, lo esalta: ai quali vede la materiale voluttà estinguersi presto solitaria nel corpo dove si accese, mentre il piacere intellettuale trapassando e propagandosi reciproco...
Pagina 116 - Amor, senno, valor, pietate e doglia facean piangendo un più dolce concento d'ogni altro, che nel mondo udir si soglia, ed era...
Pagina 150 - Imperatore. Alfonso dunque, posto che si fu Tiziano a lavorare, se gli accomodò...
Pagina 70 - Intra Savena e Ren città si vede, Si vaga e piena di tutti i diletti, Che tal vi va a caval, che torna a piede. Quivi son donne con leggiadri aspettl, E il nome délia terra siegue il fatto, Buona ne'studi e sottil d'intelletti.
Pagina 145 - Lucca, intitolata i tre tiranni, recitata in Bologna a N. Signore, et a Cesare, il giorno de la commemoratione de la corona di sua maesta.
Pagina 7 - Arezzo; ma non potendo per la diritta via ed ordinaria, mi condussi per le montagne di Modena a Bologna, dove trovando che si facevano. per la coronazione di Carlo V, alcuni archi trionfali di pittura, ebbi così giovinetto da lavorare con mio utile ed onore: e...
Pagina 67 - A PAPA CLEMENTE A BOLOGNA Mando a Vostra Santità la Proposta che io feci alla patria mia a nome della felice memoria di Papa Leone già sono più di quindeci anni passati: la qual Proposta ella mi disse voler rivedere. A cui se essi avessero dato orecchie, come non fecero, forse non sarebbono successi tanti mali alla povera Italia, quanti dapoi le sono avenuti.
Pagina 122 - Palacio de la Fama, y Historia de las guerras de Italia con la coronación de su magestad (Imperatoris Caroli V).
Pagina 124 - ... argento ; era coperta di broccato in seta serpeggiante d'oro e condotta per le redini da un Senatore bolognese , intanto che gli altri Senatori stavano accanto alla stessa chinea , con accese torce e maggiori dell' ordinaria grandezza. Erano essi in abito di formalità. Un magnifico baldacchino, a forma di trono portatile, fatto di drappi d...

Informazioni bibliografiche