Ecuba

Front Cover
Nella stamperia De Romanis, 1813 - Greek drama (Tragedy) - 127 pages
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

I
19
II
30
III
57
IV
72
V
94

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 6 - Randello , delle lodi della Signora Lucrezia Gonzaga di Gazuolo, e del vero amore col tempio di pudicizia; e con altre cose per dentro poeticamente descritte. Le tre Parcbe da esso Bandelle cantate ( in Ire capitoli ) nella natività del Sig.
Page 13 - sovvenutomi, che voi Sacratissima Regina, molto vi dilettate di leggere i libri de la lingua italiana, e che non solo agli studii humani, e delle sacre lettere date opera, ma che anco in idioma francese molto belle rime dottamente e christianamente avete composto...
Page 126 - Muse nido fatt'ha del casto petto, con quel chiaro intelletto angelico, divin, veloce e fido. Indi ne vola il grido del suo limato stile da l'Indo adusto a Tile, che fanno i...
Page 13 - . Pour ne pas prêter à telle critique, Bandello tenait secrète son Ecuba, comme d'autres œuvres. Mais voici qu'il la fait connaître, cédant aux instances de ses amis, et songeant au profit moral qu'offre la tragédie : « perche chiunque la legge, puô i costumi suoi di tristi far buoni, e di buoni far migliori ; e ogni sorte d'huomini vi puô mille ammaestramenti imparare... » (joint le plaisir littéraire). Mais il ne peut « publier
Page 11 - ... occhio, ma con maligno animo guardando, le loro proprie dopo le spalle si gettano , e punto vederle non curano. Indi avviene, che più a biasimare le altrui fatiche, che a lodarle, questi tali presti si ritrovano; ne di dir male di questi , e di quelli cessano già mai, cosa a l' Immanità , e natura nostra troppo disdicevole.
Page 54 - Aura soave, e fresca, aura marina, Il forte cui soffiar le navi preste Fa per l'ondoso, cupo mar volare. Dove l'afflitte membra, queste queste, Misera me! ( che fia di me meschina, J Condur vorrai, ch...
Page 12 - Pertanto, havendo io gia di molti dl per mio trastullo l'Hecuba di Euripide poeta tragico fatta italiana, e messa a modo mio in rima, sempre con altre cose mie l'ho tenuta nascosa.
Page 16 - Hecuba, che la morte della figliuola pazientemente sofferisse. Andò egli, e trovata la giovane pronta al morire, e che volontariamente a la madre persuadeva, e con ragioni dimostrava, che le era via più grato libera honoratamente morire, che restar rivendo sotto il giogo di vituperosa servitute, quella al luoco del sacrificio seco ne menò.
Page 14 - ... più fidata guida poteva darle. Ben forse saranno alcuni, che mi biasimeranno, che io questa operetta ardisca al nome vostro intitolare; sendo io il più basso , e...

Bibliographic information