Febbre d'azzardo: antropologia di una presunta malattia

Front Cover
FrancoAngeli, 2012 - Psychology - 207 pages
0 Reviews
Malati d'azzardo: siamo di fronte a tipi umani con peculiari caratteristiche biologiche e psicopatologiche, come sostiene la biomedicina occidentale, o ad entitÓ fittizie, frutti degeneri del capitalismo funzionali all'imponente business del gioco, come sottolinea una certa critica sociologica? Il saggio si propone di problematizzare la figura del giocatore patologico, sottraendola sia alla sua naturalizzazione, sia agli approcci riduzionisti che tendono a considerarla una mera espressione delle contraddizioni della societÓ dei consumi, per stimolarne una rappresentazione pi¨ complessa e articolata: basti pensare alla presenza di ludopatie in epoche preindustriali o in popolazioni indigene precoloniali e, nel contempo, alla loro assenza in diverse aree del pianeta. L'affermazione della realtÓ fenomenica dei malati d'azzardo non pu˛ eludere il compito di oltrepassare l'attuale cortina della medicalizzazione della vita per promuovere una visione multidisciplinare, dove l'analisi antropologica e la ricerca etnografica possano dare un contributo significativo teso ad evidenziare la natura sociale, contestuale e simbolica di questa presunta malattia.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Prefazione
9
Introduzione
13
1 Una ricerca azzardata?
21
2 Antropologia del gambling
33
3 La passione per lazzardo nella biomedicina occidentale e discipline affini
52
4 Le critiche al riduzionismo biomedico
69
5 La febbre dellazzardo nella letteratura antropologica
90
6 La ricerca etnografica
113
7 Il lavoro sul campo nei nonluoghi toscani dellazzardo
131
Ringraziamenti
187
Riferimenti bibliografici
189
QUESTO LIBRO TI ╚ PIACIUTO?
208
I NOSTRI CATALOGHI
209
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information