Gadda, un lungo guardare: forme e colori della Cognizione

Front Cover
Il filo, 2009 - Literary Criticism - 163 pages
Sarà in questo bizzarro e solitario e ipersensibile stilista la voce italiana che più risponde allo spirito del nostro tempo?". Riferendosi a Carlo Emilio Gadda, Italo Calvino formulò la domanda cui molti hanno dato una risposta affermativa. Schivo, originale, bizzarro, ingegnoso e straordinariamente attratto dalla complessità del reale, Gadda è stato un intellettuale in grado di rendere attraverso finissimi strumenti linguistici e culturali il patimento dell'io e la dolente inadeguatezza nello sciogliere il groviglio dei fatti e delle sue cause. Parole come "tragico" e "comico", "io", "colori" e "arte", possono racchiudere emblematicamente la complessità dei temi e del pensiero della voce italiana capace di "un lungo guardare"; questo saggio segue i complessi percorsi della mappa gaddiana attraverso le istanze artistiche, letterarie e psicoanalitiche del Novecento europeo che ispirarono l'intellettuale.

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Le premesse
13
due romanzi
26
In principio larchetipo
51
Copyright

9 other sections not shown

Common terms and phrases

Bibliographic information