Galileo: tra scienza, fede e politica

Front Cover
Compositori, 2008 - Biography & Autobiography - 174 pages
Questo volume ci svela un Galileo grande, grandissimo, proprio per la sua profonda umanità, amante e conoscitore della musica e delle arti, della buona compagnia e del buon vino. Una figura umana e vicina a noi, un abile e raffinato cortigiano, uomo del suo tempo nel bene e nel male, avido di prebende, geniale polemista e grande scienziato moderno, capace di mirabili intuizioni, ma incapace di svilupparne le conseguenze. Egli paga con la condanna la sua miopia politica, tuttavia dalla sua carcere di Arcetri scriverà un'opera scientifica considerata un capolavoro, consapevole di essere colui che con le sue nuove e meravigliose osservazioni e chiare dimostrazioni, aveva ampliato "per cento e mille volte più del comunemente veduto quel ciclo, quel mondo e quell'Universo".

From inside the book

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Introduzione
9
II
30
III
54
Copyright

6 other sections not shown

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information