Geografie letterarie: il senso del luogo nell'alto Adriatico

Front Cover
Meltemi Editore srl, 2001 - Literary Criticism - 166 pages
L'Istria raccontata da Biagio Marin, Chioggia narrata da Giovanni Comisso e la vocazione "modernista" dell'entroterra veneziano sono gli oggetti di studio di questo saggio di "geografia umanistica", una disciplina che fonde l'approccio scientifico a quello letterario per indagare le ragioni profonde del nostro essere "a casa", del nostro sentirci radicati in una località. L'uomo infatti modifica l'ambiente non solo con il suo lavoro, ma anche attribuendo a quell'ambiente particolare significati emotivi: i poeti e gli scrittori locali, attenti al paesaggio e alle emozioni che esso suscita, consentono quindi di comprendere come quei significati e sentimenti diventino patrimonio comune.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
4
Section 2
59
Section 3
60
Section 4
61
Section 5
67
Section 6
71
Section 7
78
Section 8
88
Section 9
93
Section 10
114
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information