Gli istituti di beneficenza e i beni ecclesiastici negli Stati Romani

Front Cover
F. Le Monnier, 1862 - Benevolence - 36 pages
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 33 - ... infima classe del popolo. A raggiungere il desiato scopo si reputerebbe anche opportuno il rinnire in Roma, in apposito locale, un buon numero di giovanetti dell' indicata classe , nel doppio fine di far loro apprendere un mestiere dal quale ritrarre a suo tempo il necessario sostentamento della vita, e di addestrarli contemporaneamente al servigio militare. Due importanti vantaggi da ciò seguirebbero : 1 .° V all'ontanamento di essi dal luogo di cattiva abitudine, e dal pericolo prossimo di...
Page 32 - Magistrature locali ritraggano dall'ozio la gioventù, applicandola a lavori di pubblica utilità; e profittando del soccorso di zelanti ministri del Santuario, e di nobili e probi cittadini, come in diverse parti già avviene, diano opera ad estendere in ogni luogo l'educazione civile e religiosa dell'infima classe del popolo.
Page 33 - Si avrebbe in essi un semenzaio di buoni soldati, e specialmente di abili sottufficiali capaci a formare una truppa istruita e sufficiente ai bisogni dello Stato. Per dare a cosi importante provvedimento il necessario sviluppo a seconda delle diverse locali circostanze, il Santo Padre nella somma sua sapienza si è degnato disporre, che VS Illustrissima si dia cura di esaminare i divisati temperamenti, e formare i progetti sul modo di mandarli ad esecuzione.
Page 33 - Chiesa; o dall' associarsi a certe tendenze dalle quali la stessa Santità Sua è del tutto aliena : teorie e tendenze, che dai molti savi vengono disapprovate, e che comprometterebbero manifestamente quella tranquillità interna ed esterna di cui abbisogna ogni governo che ami di procurare il ben essere de
Page 33 - Questa benefica disposizione feconda di utili risultamenti sotto i rapporti religiosi , morali e civili , presenta una prova novella della premura , con cui Sua Santità attende a promuovere il bene reale , positivo e pratico del suo Stato e dei suoi amatissimi sudditi. A questo bene saranno sempre dirette le mire di Sua Beatitudine , intimamente persuasa che dal conseguimento di esso può solo derivare la prosperità dei suoi popoli, e non già tlall' adottare certe teorie che di loro natura non...
Page 32 - Pontificio, hanno indotto il Governo a provvedervi, come fa, non solo coi mezzi di repressione corrispondenti al momentaneo urgente bisogno, ma per prevenirli con delle savie misure, che le cagioni ne distruggano, o almeno ne diminuiscano la perniciosa influenza. Prima fra queste non può non riconoscersi l'ozio, al quale si abbandona una parte della gioventù artiera, e di campagna, e la necessità quindi di procurare ad essa utile occupazione, e soprattutto invigilare alla retta educazione dei...
Page 33 - Stato e de' suoi amatissimi sudditi. A questo bene saranno sempre dirette le mire di sua Beatitudine intimamente persuasa, che dal conseguimento di esso può solo derivare la prosperità de' suoi popoli e non già dall'adottare certe teorie, che di loro natura sono inapplicabili alla situazione, ed all'indole dello Stato della Chiesa; o dall'associarsi a certe tendenze che dai molti savi vengono disapprovate, e che comprometterebbero manifestamente quella tranquillità interna ed esterna, di cui...
Page 24 - ... potestà governante, se in ogni cosa è giusto e proficuo , in materia di beneficenza è al tutto necessario, non dandosi atto al mondo più nobile e santo, ma insieme più spontaneo e meno isforzevole della privata e pubblica carità. TESTO DELLA LEGGE. IL CONSIGLIO DEI MINISTRI Considerando...
Page 33 - ... provinciale, anche perché vengano indicati i mezzi di contributo necessario al mantenimento degl'individui da riunirsi in detto stabilimento, in proporzione del numero, che vi fosse da ciascun luogo inviato: avvertendo, che il Governo non mancherebbe di concorrervi compatibilmente colle forze dell'erario. Questa benefica disposizione, feconda di utili risultamenti sotto i rapporti religiosi, morali e civili, presenta una prova novella della premura, con cui SS attende a promuovere il bene reale,...
Page 27 - ... ragguardevole di ajuto. 7. Quanto alle fondazioni e congregazioni, e similmente a qualunque specie ed alto di pubblica beneficenza, dipendenti al tutto dai municipj o dalla carità di privati, e che si rimangono esclusi dalle tre predette categorie, il Ministro ne piglia cognizione esatta e particolareggiata , ed esige copia autentica degli statuti e regolamenti. Invigila che non contravvengano in nulla alle leggi universali dello Stato. Promove e propone in seno de'Consessi legislativi quelle...

Bibliographic information