I cani lo sanno

Front Cover
Feltrinelli Editore - Social Science - 149 pages
0 Reviews
╚ tutta questione di sguardi. ╚ sempre stato cosý. Il nostro – quello degli umani – Ŕ proiettato in avanti, spesso miope, quasi sempre selettivo. Il loro – quello dei cani – Ŕ ancorato al suolo, grandangolare, spalancato su un mondo dove niente Ŕ mai di troppo. Ed Ŕ il loro punto di vista basso, umile, mai servile, stoicamente onnipresente che ci insegna a essere umani. Andrea Scanzi racconta delle sue Labrador, Tavira e Zara: delle loro abitudini, delle loro peculiaritÓ, delle avventure di cui sono protagoniste. Ci sono categorizzazioni, e tipologizzazioni (cane bonsai, cane Springsteen, cane camionista), che finiscono per evocare quello che Shakespeare chiamava "il catalogo degli uomini". Ribaltato, per˛. Ci sono il sesso, le malattie, l'intelligenza emotiva. Un mondo in cui si ride, molto, e ci si commuove, non di rado. In Tavira e Zara, e in tutti i cani che a loro si accompagnano, si riflette la comunitÓ umana e lý si scopre fragile e potente, sconsiderata e ottusa. Forse anche felice. Felicemente animale.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 23
Section 24
Section 25
Section 26
Section 27
Section 28
Section 29
Section 30

Section 9
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 14
Section 15
Section 16
Section 17
Section 18
Section 19
Section 20
Section 21
Section 22
Section 31
Section 32
Section 33
Section 34
Section 35
Section 36
Section 37
Section 38
Section 39
Section 40
Section 41
Section 42
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information