I cavalieri di Rio Cherio

Front Cover
Curcu & Genovese Edizioni, 2009 - Fiction - 448 pages
0 Reviews
L'autore riporta all'immediato dopoguerra per narrare le vicende quotidiane di un paese di montagna. Usciti dalle macerie con strascichi di povertÓ diffusa, la gente nei paesi era suddivisa in due categorie: la maggioranza contadina che, lavorando e sudando, stava riacquistando benessere e decoro, ed una minoranza, pur numerosa, che, non potendo fare altro, oziando e bevendo, cercava di sopravvivere con orgoglio e sussiego, seppur poco apprezzati dalla comunitÓ. Gli uni e gli altri vivevano accanto senza disturbarsi pi¨ di tanto ed in un clima di reciproca comprensione. Il tempo disponibile e la necessitÓ aguzzavano l'ingegno dei miserandi che diventavano di volta in volta eroici protagonisti di vicende strampalate che hanno lasciato il segno fino ai tempi nostri. Veri e propri eroi della miseria, emarginati, derelitti senza colpa, sapevano esprimere solidarietÓ, cameratismo, condivisione e una mitezza d'animo da sfiorare l'ingenuitÓ. L'occasione di sentirsi solidali reciprocamente li porterÓ ad una messinscena patetica e chiassosa con il coinvolgimento dell'intero paese.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
11
Section 2
18
Section 3
30
Section 4
47
Section 5
51
Section 6
90
Section 7
112
Section 8
122
Section 15
262
Section 16
274
Section 17
282
Section 18
292
Section 19
300
Section 20
328
Section 21
334
Section 22
357

Section 9
142
Section 10
173
Section 11
211
Section 12
224
Section 13
235
Section 14
250
Section 23
376
Section 24
395
Section 25
404
Section 26
419
Section 27
427
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information