I numeri magici di Fibonacci

Front Cover
Rizzoli, Mar 7, 2012 - Mathematics - 400 pages
Tutti conoscono la "successione di Fibonacci": una sequenza di cifre nascosta in molti fenomeni naturali che da oltre ottocento anni affascina i matematici, e che si dice possa predire l'andamento dei mercati finanziari. È l'eredità di un grande italiano, Leonardo da Pisa (detto appunto Fibonacci), genio intraprendente che nel 1202 rivelò all'Europa il sistema numerico-decimale appreso dagli indiani e dai commercianti arabi che percorrevano la Via della Seta e trafficavano sulle coste del Mediterraneo. Il suo Liber abbaci, il più importante testo di algebra del tempo, fu la chiave dell'inarrestabile ascesa del Vecchio continente al dominio economico e finanziario mondiale: insegnò infatti a trasformare i complicatissimi calcoli con le cifre romane in operazioni alla portata di tutti e alla fine del Cinquecento l'intera Europa aveva ormai adottato il sistema indo-arabico. Ma chi fu in realtà Fibonacci, considerato il maggiore matematico del Medioevo, vissuto ai tempi di San Francesco d'Assisi e delle Crociate, che comprese per primo che le "nove figure indiane" e soprattutto zephirum, lo zero, avrebbero cambiato il mondo in cui viveva? Perché, acclamato in patria e all'estero dai suoi contemporanei al punto che l'imperatore Federico II lo volle conoscere, è caduto per secoli nell'oblio? Questo libro ripercorre la sua vita e la storia dell'enigmatica serie matematica che porta il suo nome, trasportandoci nell'antica cultura mediterranea che ha plasmato la nostra civiltà, e alle radici delle intuizioni di geni come Leonardo, Newton, Keplero. In un affascinante viaggio intellettuale che tocca le sponde dell'Italia, dell'Egitto, della Siria e della Grecia, Keith Devlin ci invita a riscoprire una figura cruciale e misteriosa del nostro passato.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 9
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 14
Section 15
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2012)

Keith Devlin è professore di matematica a Stanford. Ottimo divulgatore, ha vinto il Pythagoras Prize, il Peano Prize e il Carl Sagan Award. I suoi libri vengono tradotti nelle principali lingue. Tra quelli pubblicati in Italia ricordiamo Il linguaggio della matematica (Bollati Boringhieri), Il gene della matematica (Longanesi) e, da Rizzoli, La lettera di Pascal (2008).

Bibliographic information