I racconti della Kolyma

Front Cover
Newton Compton Editori, Feb 10, 2012 - Fiction - 182 pages
0 Reviews
Cura e traduzione di Piero SinattiQuesta antologia raccoglie parte degli ormai celebri Racconti della Kolyma di Varlam Šalamov, lo scrittore russo che ha descritto come nessun altro l’ultimo cerchio del Gulag staliniano: quell’immenso «Crematorio Bianco» che è la Kolyma, estremo Nord-est siberiano, immensa terra dell’oro e dei lager, dove lo scrittore ha vissuto diciassette anni come «nemico del popolo», condannato per «attività contro-rivoluzionaria trotskista». Il lettore troverà qui i fondamentali temi di Šalamov: l’inferno dei lager, segnato dallo sfruttamento estremo del lavoro, tipico del volontarismo staliniano; la ferocia; la solitudine; la disperazione; l’abbrutimento; la morte per fame, freddo, colpo alla nuca. Salvare la pelle alla Kolyma si può, ma solo di rado e per caso. Là crollano, prima del corpo, la mente e l’anima. A meno che non si sia capaci di resistere moralmente, di conservare dignità, memoria, parola. La prosa dello scrittore, con la sua frase essenziale, secca e rapida come deve essere «uno schiaffo allo stalinismo», è la sola in grado di rendere il senso e l’immagine di «quello che ogni uomo non dovrebbe vedere né sapere».«I detenuti che avevano ricevuto la condanna volevano essere strappati dal carcere ed essere inviati nel lager. Là c’era il lavoro, l’aria sana della campagna, la liberazione prima della fine della pena, la corrispondenza, i pacchi da casa, un compenso in denaro. L’uomo spera sempre nel meglio.» Varlam Šalamov(1907-1982) fu arrestato una prima volta il 19 febbraio 1929 e condannato a tre anni di lavori forzati nella città di Višera, per aver divulgato opere di Trotski; il secondo arresto, il 12 gennaio 1937, gli costò cinque anni di lavori forzati nella Kolyma. Nel 1943 gli venne comminata una pena di dieci anni per “agitazione antisovietica”. Il clima e le malattie lo ridussero quasi in fin di vita. Rilasciato nel 1951, solo nel 1957 poté tornare a Mosca. Nel 1978 fu stampata a Londra la prima edizione integrale in russo dei racconti, che solo nel 1987 verrà divulgata anche in Russia. Nel 1981 Šalamov fu insignito del Premio della Libertà dalla sezione francese del Pen Club.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 14
Section 15
Section 16
Section 17
Section 18
Section 19
Section 20
Section 21

Section 9
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 22
Section 23
Section 24
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information