I rapporti italo-francesi e le linee d'invasione transalpina, 1859-1881

Front Cover
Edizioni Nuova Cultura, 2013 - History - 138 pages
0 Reviews
Il 4 settembre 1870, a seguito della sconfitta di Sedan, cadeva il Secondo Impero di Napoleone III e circa due settimane dopo, l'esercito italiano conquistava la Roma pontificia. Nel periodo successivo il governo repubblicano francese rimproverò all'Italia di non aver contraccambiato l'alleanza franco-sabauda del 1859 e di aver abbandonato il tradizionale alleato approfittando della sua sconfitta per aggredire l'Urbe. La chiave dei difficili e complicati rapporti italo-francesi, tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, fu proprio il 1870. Gli anni seguenti furono caratterizzati da timidi riavvicinamenti e ostili diffidenze fino al maggio 1881, quando le truppe francesi sbarcarono in Tunisia, imponendo il protettorato al bey. Lo "schiaffo di Tunisi" incrinò ulteriormente i rapporti diplomatici e lo Stato Maggiore italiano paventò l'ipotesi di un'imminente invasione francese pertanto, su direttiva del Ministero della Guerra, condusse uno studio relativo ai possibili punti di sbarco, agli obiettivi principali e alle direttrici d'attacco transalpine.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Antonello Folco Biagini
11
Ipotesi dinvasione della penisola italiana
45
sbarco e linee doperazione tra Toscana e Marche
59
Italia meridionale Scenario dinvasione e rivolte popolari
73
Offensiva contro la Francia Brevi cenni
99
Fonti
123
Copyright

Common terms and phrases

Bibliographic information