Il torsolo del ventre ed altre fandonie: riflessioni e poesie di qualche genere

Front Cover
Troubadour, 2006 - Literary Criticism - 87 pages
Il torsolo del ventre di Erminia Passannanti, riassume un po' tutta la linea di ricerca di questa autrice. In primo luogo, la corporeita si manifesta nella propensione al prosastico. Il prosastico vuol dire corpo tematizzato e incremento percentuale della terminologia relativa al corporale. Si puo partire dal -ventre- che da il titolo alla raccolta e via via inventariare; e si vedra che la tendenza e massiccia. E pero qui prosastico vuol dire di piu: vuol dire anche, precisamente, uso della prosa. E vero che la prosa e un semplice strumento, e un mezzo e non un genere, e che essa e perfettamente abilitata ad adempiere pure, al buon bisogno, ai compiti della lirica. La prosa sembra affermarsi a discapito, non solo della forma piu tradizionale del verso, ma anche a totale detrimento della liricita e della sua spinta verso l'alto e il sublime. Curiosamente - e a differenza da altri precedenti usi in poesia, come, ad esempio, nel cosiddetto poema in prosa - l'impiego della prosa non e accompagnato dalla liricizzazione e dalla ricerca di clausole metriche, ma fa entrare nel testo il tono di un linguaggio pseudo-argomentante, di tipo trattato, che mette in scena uno sragionare sproloquiante, con forte tendenza alla parodia. Il ritmo, qui, non e la musicalita facile delle sillabe; e lo scricchiolio di una macchina che gira a vuoto, come gia annunciava l'opera prima, del 2000, Macchina. (Dall'introduzione di Francesco Muzzioli.)

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Bibliographic information