Il virus dell'epatite B: Dall'antigene Australia agli analoghi nucleos(t)idici

Front Cover
SEEd, Oct 31, 2008 - Medical - 128 pages
0 Reviews
Gli ultimi 10 anni hanno visto significativi progressi nella diagnosi e nella terapia dell’epatite B. Tuttavia l’interpretazione delle diverse condizioni virologiche e la gestione della malattia nel paziente immunocompetente e immunodepresso risultano talvolta complesse. In aggiunta, l’uso degli antivirali ha introdotto nuovi criteri, quali la potenza e la barriera genetica dei diversi medicamenti, strettamente correlati agli aspetti di farmacoresistenza. Il testo, ideato come un pratico strumento di utilizzo per il clinico, ha lo scopo di fornire aggiornamenti circa l’inquadramento clinico dell’infezione, la scelta della terapia adeguata e la gestione delle resistenze.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

1 Introduzione
7
2 La storia
9
3 Linfezione e le resistenze
11
4 Modalitā di trasmissione dellHBV
49
5 La malattia
65
6 Diagnosi
75
7 Definizioni cliniche e virologiche
83
8 Opzioni terapeutiche
91
9 Appendice
107
Bibliografia
117
Autore
127
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2008)

Alfredo Marzano
Medico ospedaliero, specialista in gastroenterologia, č attualmente responsabile del reparto di Degenza della Divisione di Gastroenterologia ed Epatologia dell’Ospedale Molinette di Torino, oltre che dell’Ambulatorio dedicato alla terapia dell’epatite B.
Formatosi in gastroenterologia e alla scuola epatologica di Torino, ha svolto attivitā formativa all’estero e sviluppato la sua attivitā in ambito clinico gastroenterologico ed epatologico, nella terapia intestiva, nel trapianto epatico e nell’emodinamica del fegato. Č autore di oltre 100 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali su temi legati alla terapia delle epatiti virali e, in particolare, al virus B nell’ambito del trapianto epatico e dell’immunosoppressione. Revisore per numerose riviste nazionali e internazionali, č socio dell’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato, nella quale č stato membro del Comitato Direttivo dal 2003 al 2006. Ha partecipato e collabora, come membro o coordinatore, a numerose commissioni consultive e board scientifici e ha organizzato due Consensus nazionali sull’epatite B negli immunodepressi, dalle quali sono emerse le linee guida nazionali sull’argomento. Ha, inoltre, partecipato alla produzione e stesura delle linee guida nazionali sull’intero ambito dell’epatite B, oltre che a Consensus europee relative alla profilassi dell’epatite B nel trapianto di fegato. Svolge un’intensa attivitā di divulgazione mediante relazioni, corsi e convegni e si diletta di note riferite alla storia dell’epatologia. Ama la natura, in particolare il mare e tutte le attivitā nautiche, oltre che la sua famiglia, composta dalla moglie Wilma e da tre figlie.

Bibliographic information