Il danno risarcibile

Front Cover
Giuffrè Editore, 2010 - Law - 951 pages
0 Reviews
All'interno di una trattazione sistematica della materia, l'opera dà atto del quadro complessivo che si è delineato in tema di danno non patrimoniale dopo il mutamento d'indirizzo della Corte Suprema che ha sancito che, qualora la lesione riguardi valori inerenti alla persona di rilievo costituzionale, di per sé è causa di risarcimento. Le pronunce della Cassazione hanno razionalizzato l'esistente e ridato sistema al diritto vivente contro certe forzature operate sul concetto di danno patrimoniale dell'art. 2043 c.c. Il danno non patrimoniale torna ad essere, come nel passato, lo strumento per risarcire la lesione di diritti non patrimoniali nel contesto di una riflessione analitica in cui l'autore dimostra come le regole elaborate nei secoli scorsi possano essere tuttora impiegate nella stima e nella liquidazione del danno alla persona.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

I concetti descrittivi misti
80
La chance e la lesione dellintegrità del patrimonio del danneggiato
88
CAPITOLO III
111
Le riparazioni antieconomiche del veicolo secondo la aestimatio rei la differenztheorie
120
I corollari dellid quod interest
127
la soluzione coerente con lid quod interest
134
il risarcimento che abbia ad oggetto un rimborso di spese
143
limiti quantitativi e qualitativi
148
la tesi tradizionale ed il nuovo corso
524
Lampliamento del danno morale soggettivo tra storia e cronaca
546
La riserva di legge dellart 2059 c c fino al 2003
555
La lite temeraria
563
il pretium doloris ed il danno
571
Dalla legittimazione esclusiva della vittima principale verso una concezione più ampia
579
dal danno morale al danno collettivo al nuovo danno
586
Lo Stato la Commissione europea e le vittime di reato
597

Le condizioni economiche delle parti quali limiti al danno risarcibile
161
La liquidazione equitativa del danno
176
Gli interessi sul debito da risarcimento del danno aquiliano
213
La liquidazione convenzionale
223
La clausola penale
229
La multa penitenziale o corrispettivo per il recesso
237
Alcuni casi dubbi
270
La pubblicazione della sentenza
276
Alcune questioni apparentemente processuali e la legittimazione attiva
283
La reintegrazione in forma specifica nei confronti della pubblica amministrazione
291
il danno allambiente
299
La specificità del danno alla persona
307
La svolta delle sentenze gemelle del 2003 e la continuazione nel 2008
316
La invalidità temporanea
324
La invalidità permanente e la capacità lavorativa generica e specifica
331
Le micropermanenti
339
La nozione di reddito netto nel calcolo del danno
355
La prova del reddito
361
Letà della vittima ed altre questioni
371
La morte del sinistrato prima della liquidazione del danno
377
Il danno patrimoniale indiretto
383
CAPITOLO II
391
il danno biologico
397
Una riflessione postuma sulla sentenza della Corte cost 14 luglio 1986 n 184
405
La definizione normativa di danno biologico
416
La prova del danno extralavorativo
421
Dal valore a punto di invalidità permanente alla riforma legislativa
432
Il danno alla salute come categoria di razionalizzazione fra le diverse voci di danno
441
Alcune considerazioni sul danno estetico sul danno sessuale sul danno alla salute
453
La razionalizzazione per alcune figure particolari di danneggiati
459
a il pensionato
468
La vittima dichiarata fallita
474
La parziale illegittimità costituzionale della surroga assicurativa
483
CAPITOLO III
489
Le immissioni tra fondi ed il danno non patrimoniale
500
Tabelle anche per la liquidazione del danno non patrimoniale?
511
La storia dellart 2059 c c attraverso i suoi precedenti normativi
517
Dal danno morale al danno non patrimoniale da inadempimento del contratto nella
603
Le indicazioni che provengono da altri ordinamenti
610
Il giudizio risarcitorio
617
La prova del danno non patrimoniale lesivo degli aspetti della personalità del lavora
623
La compensatio lucri cum damno
638
CAPITOLO V
647
a il danno ai familiari per la morte di
654
b la liquidazione del danno ai genitori del figlio ucciso
660
La legittimazione del datore di lavoro per la morte di un suo dipendente
666
La legittimazione delle associazioni dei partiti e dei sindacati per la morte di un iscritto
693
CAPITOLO I
699
La legittimazione attiva alla domanda di risarcimento
718
c la finalità consolatoriasatisfattiva
726
CAPITOLO III
733
labbandono del modello liberista
740
La responsabilità civile e la circolazione della ricchezza
747
Alcune note conclusive
755
La diversità dei titoli e comunanza di alcune regole
765
CAPITOLO II
773
Le clausole limitative della proponibilità di eccezioni
781
la transazione fatta con uno dei debitori in solido non produce effetto nei confronti
788
La dichiarazione di voler profittare della transazione ed i suoi effetti
790
CAPITOLO IV
799
La competenza nel diritto internazionale privato
805
La competenza per valore e il rito applicabile al processo
811
Questioni in tema di obbligazione solidale da fatto illecito
834
La legittimazione ad agire e lonere della prova
859
Luso delle presunzioni tra processo e diritto sostanziale
868
Le presunzioni di colpa nel giudizio di responsabilità
875
Le presunzioni semplici e il giudizio di responsabilità
883
rinvio
889
La prescrizione codicistica
891
La prescrizione per il danno non patrimoniale
906
sospensione e interruzione
914
La prescrizione del diritto di percepire gli interessi sullimporto liquidato a titolo di
921
La decorrenza della prescrizione
927
Indice analitico
941

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information