Il libro della bella donna

Front Cover
G. Daelli, 1863 - Women in art - 106 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 68 - ... musici per le pompose camere non fanno. E chi dubita che più non sia a le umane menti aggradevole una fontana che naturalmente esca da le vive pietre, attorniata di verdi erbette, che tutte le altre ad arte fatte di bianchissimi marmi, risplendenti per molto oro? Certo che io creda niuno.
Page 58 - L'aere slmilmente vi è lucido, sottile, puro, salubre, vitale e pieno di soave odore, e massimamente alla riviera nostra. E se alcuni hanno detto che in certa parte del mondo sono animali che vivono d'odore, stimo che non intendessero in quel senso che riprende il maestro vostro e mio, ma volessero dire che qui gli uomini per tal causa, oltre che vivono più tempo, vivono ancora più lieti e sani; che questa sola è veramente vita.
Page 67 - ... riguardanti aggradare; e molto più per i soli boschi ; selvatichi ucelli sovra i verdi rami cantando, a chi gli ascolta piacere, che per le piene cittadi, dentro le vezzose et ornate gabbie non piacciono gli ammaestrati. Per la qual cosa ancora, si come io stimo, addiviene, che le silvestre canzoni vergate ne li ruvidi cortecci de...
Page 26 - Le guance di questa donna saranno tenere e morbide, assomigliando la loro tenerezza e bianchezza con quella del latte, se non inquanto alle volte contendono con la colorita freschezza delle mattutine rose. Empiranno di vaghezza gli occhi , che le mireranno; se vermiglie e bianche insieme verranno a figurare quelle della vergine e cacciatrice Dea dei boschi, qualora ella si giace e si riposa dopo l' aver perseguito e cacciato i fuggitivi vivaci e ramoruti cervi, le damme imbelli, i cavrioli leggeri...
Page 22 - ... dolcemente ondeggianti per le gote, mobili ad ogni vegnente aura, pare a vedere un nuovo miracolo di pura ambra palpitante in fresca falda di neve. Ora scorge la serena fronte, con allegro spazio dante segno di sicura onestà; e le ciglia d'ebano piane e tranquille, sotto le quali vede lampeggiar due occhi neri e ampi e pieni di bella gravità, con naturale dolcezza mescolata, scintillanti come due stelle ne...
Page 68 - E chi non sa che le mura affumicate, non che i visi delle femmine, ponendovi su la biacca, diventano bianche e, oltre a ciò, colorite, secondo che al dipintore di quelle piacerà di porre sopra il bianco? E chi non sa che, per lo rimenare, la pasta, che è cosa insensibile, non che le carni vive, gonfia; e, dove mucida parea, diviene rilevata?
Page xi - Nos volst à bone fin mener, Que nos a fait entretrover. La dame est transportée de joie et de tendresse, et, sur les exhortations de Grégoire, abandonnant son comté, elle entre en religion. La fin de sa vie s'achève dans les bonnes œuvres : E deservit, après sa mort, Aveir el ciel verai confort E la corone pardurable Ensemble o vie espiritable. Telle est cette légende singulière qui a édifié le moyen âge, et qui a été traduite en allemande! en latin, suffisant témoignage de la faveur...
Page 11 - Voler ritrarre una beltà esteriore, pare a me che vi sia un peso molto più lieve assai che non è quello di voler ritrarre una interiore.
Page ix - Vaghi fiori già sparsi di gelo, Fanno pompa di rara beltà, E di perle cadute dal cielo Ogni rosa conchiglia si fa. « O poter del mondo, soggiunge il Magalotti, vaghi fiori, sparsi, pompa, gelo, rara beltà, perle, cielo, rosa, conchiglia. Si può egli immaginare specie più graziose e suoni più delicati?
Page 41 - Klein und wenig gerissen soll er sein ("sarä adunque picciolo e poco fesso"), "mä si lascivo, giocondo ed amoroso che oltre misura venga a piacere ai riguardanti, se a riguardanti sia concessa tal grazia" (S. 43; aber so geil, heiter und liebeslustig, daß er den Betrachtenden über alle Maßen gefällt, sofern den Betrachtenden solche Gunst gewährt wird). Die Haare, die die Scham bedecken, sollen feinster Art sein. So soll der Schambereich einem Gärtchen im Frühling, in dem man sich erfrischt...

Bibliographic information