Il pastor fido: tragicommedia pastorale

Front Cover
Dalla Società Tipografica de' Classici Italiani, 1807 - Italian drama - 520 pages
0 Reviews
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Other editions - View all

Common terms and phrases

Popular passages

Page 155 - Ben è soave cosa quel bacio che si prende da una vermiglia e delicata rosa di bella guancia. E pur chi 'l vero intende, com' intendete vui, avventurosi amanti che 'l provate, dirà che quello è morto bacio, a cui la baciata beltà bacio non rende.
Page 415 - Ma dimmi: chi se' tu, se pur è vero che non sii forestiero? A l'abito tu certo arcade non mi sembri. CARINO. Arcade sono. MONTANO. In questa terra già non mi sovviene d'averti io mai veduto. CARINO. In questa terra nacqui, e son Carino, padre di quel meschino. MONTANO. Padre tu di Mirtillo?
Page 65 - Come in vago giardin rosa gentile, che ne le verdi sue tenere spoglie pur dianzi era rinchiusa, e, sotto l'ombra del notturno velo, incolta e sconosciuta stava posando in sul materno stelo, al subito apparir del primo raggio che spunti in oriente...
Page 26 - Una ninfa sì bella e sì gentile, ma che dissi una ninfa? anzi una dea, più fresca e più vezzosa di mattutina rosa, e più molle e più candida del cigno, per cui non è sì degno pastor oggi tra noi che non sospiri, e non sospiri in vano, a te solo dagli uomini e dal...
Page 290 - Stavamo intenti alle preghiere sante; Ecco il malvagio Satiro che chiede Con molta fretta e per instante caso Dal Sacerdote udienza : e perchè questa È, come voi sapete, Mia cura; fui quell'io che l'introdussi. Ed egli (ah ben ha ceffo Da non portar altra novella!) disse: Padri, s...
Page 306 - NICANDRO. Contra la legge di natura forse Non hai , ninfa , peccato : Ama se piace. Ma ben hai tu peccato incontra quella Degli uomini e del cielo : Ama se. lice. AMARILLI. Han peccato per me gli uomini e il cielo , Se pur è ver che di lassù derivi Ogni nostra ventura : Ch' altri che 'l mio destino Non può voler che sia II peccato d
Page 379 - L'ingannare, il mentir, la frode, il furto e la rapina di pietà vestita, crescer col danno e precipizio altrui e far a sé de l'altrui biasmo onore, son le virtù di quella gente infida.
Page 367 - D' amor le vive rose : Furtivo amante ascose Le trovò sempre, ed aspre voglie e crude O in antro o in selva o in lago : Ed era un nome sol marito e vago . Secol rio , che velasti Co' tuoi sozzi diletti II bel dell' alma ; ed a nudrir la sete Dei desiri insegnasti Co...
Page 252 - Non vo' perder più tempo : un sodo tronco Schianterò da qnest' elee . appunto questo Fia buono ; ond' io potrò più prontamente Smover il sasso . O come è grave ! o come È ben affisso ! qui bisogna il tronco Spinger di forza , e penetrar sì dentro , Che questa mole alquanto si divella . Il consiglio fu buono . anco si faccia II medesmo di qua . Come s...
Page 99 - Così non arse mai sotto la rabbia Del Can celeste allor che latra e morde, Come ardeva il cor mio Tutto allor di dolcezza e di desio, E più che mai nella vittoria vinto.

Bibliographic information