Imparare improvvisando

Front Cover
GRIN Verlag, Oct 14, 2009 - Music - 34 pages
0 Reviews
Scientific Essay from the year 2009 in the subject Musicology, , language: Italian, abstract: Das Text analysiert die Rolle und die Funktion der Improvisation in der musikalischen Didaktik. Nei principali trattati in materia di educazione scolastica si legge: “La scuola ha il dovere di formare l’uomo e il cittadino”. A tal fine l’offerta formativa scolastica è stata così ampliata da garantire una variegata possibilità di scelta a tutti coloro che, dopo la scuola dell’obbligo, decideranno di intraprendere un percorso universitario o lavorativo. Per poter scegliere bisogna conoscere: chi avrà più occasioni di apprendere, meglio e più coscientemente sceglierà. Nel bagaglio culturale di ogni studente la conoscenza e la competenza musicale hanno un ruolo fondamentale; studiare e “fare” musica sono altresì parti imprescindibili della formazione di ogni individuo. Lo studio dello strumento musicale, in un primo tempo inserito come sperimentazione, è oggi elemento integrante della offerta curricolare degli allievi della scuola secondaria di primo grado e l’insegnamento della disciplina si è consolidato in una specifica classe di concorso. L’itinerario di studio comprende la “prassi” dello strumento, materie di carattere teorico come la storia della musica, l’analisi dei repertori, la teoria musicale e tutte le attività di apprendimento ad essi correlate. I programmi previsti includono una serie di passaggi didattico-formativi molto significativi. Suonare uno strumento musicale non è una mera pratica, ma una esecuzione consapevole e cosciente di ciò che è scritto su uno spartito o improvvisato da chi suona, destinata a coinvolgere l’esecutore nel suo essere fisico e mentale. Tale procedimento attiva, infatti, la sfera cognitiva da una parte, l’acquisizione e la esplicazione di schemi motori dall’altra. Chi suona deve essere in grado di sviluppare le capacità ritmiche e uditive; apprendere la tecnica dello strumento; eseguire un brano scritto; comporre semplici brani da eseguire; distinguere i repertori in cui lo strumento è impiegato; manipolare il materiale sonoro improvvisando; suonare insieme agli altri. Chi intraprende lo studio dovrà conseguire padronanza e competenza in un doppio itinerario musicale: quello dell’interpretazione attraverso la scrittura da un lato, quello dell’improvvisazione e della decodifica delle partiture informali dall’altro. In tali ambiti risiedono i principali obiettivi che l’alunno è tenuto a raggiungere.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Contents

Introduzione
3
Strutturare unattività didattica strumentale
19
Conclusioni
33

Other editions - View all

Common terms and phrases

Bibliographic information