Io ti fotto

Front Cover
Ponte alle Grazie - Family & Relationships - 226 pages
0 Reviews
In Italia, fottere l’altro – una parola più tenue non renderebbe l’idea – è un vizio che è quasi un vanto. «Io ti fotto» è una legge: di più, un comandamento. Convinti di questo, due giovani e brillanti giornalisti hanno esplorato ogni angolo d’Italia alla ricerca dei mille versanti del fottere, dai più quotidiani e apparentemente veniali ai più imprevisti e diabolici: dai meccanici e i tassisti pronti a fregare il prossimo cliente fino ai professionisti del raggiro, abili a evadere il fisco e poi a passare per moralisti, lenti a dichiarare bancarotta, lesti a scappare. E ancora: i mutui e le carte di credito patacca, le vacanze-estorsione, il fottere in rete, la carità truffaldina di Onlus inesistenti o sprecone... Per finire con il «fottere pubblico»: gli appalti, le consulenze, gli espedienti micro e macro per svuotare le casse dell’Italia. Una progressiva «estensione del dominio del fottere» che rischia di coinvolgere non solo le alte sfere, i grandi criminali e i poveri diavoli, ma oramai la stessa classe media, impoverita e resa cinica dalla sensazione di esser rimasta l’unica a farsi ancora imbrogliare. In Io ti fotto c’è dunque di tutto e ce n’è per tutti: è un libro spassoso, scritto con una verve rara nei libri d’inchiesta, ma al contempo un reportage impietoso e allarmante, che – speriamo – scuoterà i lettori: se si continua a fottere perché «tanto in Italia tutti fottono», il Paese ha i giorni contati.
 

What people are saying - Write a review

We haven't found any reviews in the usual places.

Selected pages

Contents

Section 1
Section 2
Section 3
Section 4
Section 5
Section 6
Section 7
Section 8
Section 9
Section 10
Section 11
Section 12
Section 13
Section 14
Copyright

Other editions - View all

Common terms and phrases

About the author (2010)

Marco Morello, giornalista freelance, catanzarese, nato a Milano nel 1982, vive a Roma. Scrive su Panorama, Corriere della Sera, Icon, il sito e i supplementi del Sole 24 Ore. Ha collaborato con Affari e Finanza della Repubblica, il Giornale, Lettera43, Corriere dello Sport, First, Economy e altri periodici nazionali. Con Carlo Tecce è autore di Io ti fotto - L'Italia è un Paese fondato sulla fregatura (2010). Ha contribuito con racconti e inchieste a Mediocri (2008) e Peccatori (2009) di Antonello Caporale.

Bibliographic information